Guanti Invernali

I Migliori Guanti Invernali

I guanti potrebbero non ricevere la stessa attenzione degli altri indumenti invernali, ma offrono calore e protezione inestimabili quando la temperatura scende. Le nostre scelte per i migliori guanti e muffole invernali del 2021 di seguito spaziano da modelli ad alte prestazioni per condizioni estreme a capi funzionali per l’uso e il lavoro di tutti i giorni (molti dei nostri preferiti sfumano queste linee di categoria). In generale, questi guanti sono unisex e sono disponibili in una gamma di taglie, ma abbiamo anche incluso un collegamento alla versione specifica per donna, quando disponibile. Per ulteriori informazioni di base, consulta la nostra tabella di confronto dei guanti invernali e i consigli per l’acquisto sotto le scelte. Per completare il tuo kit per la stagione fredda, consulta i nostri articoli sui migliori stivali invernali e giacche invernali .

L’inverno potrebbe essere alle spalle ora, ma non vorrai entrare nella prossima stagione fredda senza un solido paio di guanti. Sono disponibili in molte varietà, tra cui paia termiche e tecnologiche di base e guanti resistenti per lavorare lunghe ore all’aperto o sciare. Il modo in cui prevedi di usarli dovrebbe determinare il tipo di guanti che acquisti.

Abbiamo fatto la ricerca per trovare i migliori guanti invernali per mantenere le tue mani belle e tostate questo inverno imminente e molte stagioni invernali a venire.

Molti guanti invernali sono realizzati con uno scopo specifico in mente, che si tratti di un uso occasionale in città, di sciare o di lavorare all’aperto. Il guanto Smartwool Ridgeway, con un accogliente isolamento in lana merino, un esterno in pelle resistente e un’ottima vestibilità, sfuma queste linee meglio della maggior parte. Il marchio sottile e l’aspetto di classe lo rendono una scelta popolare per l’uso urbano, ma il guanto è abbastanza caldo e resistente per la giornata occasionale sulle piste. Inoltre, il pollice e l’indice rinforzati del Ridgeway aggiungono resistenza per le attività di lavoro leggere. Tutto sommato, può essere il tuo guanto Swiss Army Knife per le fredde giornate invernali.

Quali sono gli svantaggi del guanto Smartwool Ridgeway? Come con qualsiasi tuttofare, non è il top della sua classe in termini di prestazioni o durata. C’è un po’ meno destrezza nelle dita di quanto vorremmo, e il guanto non ha l’impermeabilità e l’antivento di un’opzione come il sensore di illuminazione per la ricerca all’aperto di seguito. Inoltre, il Ridgeway non può competere con la robustezza di un vero guanto da lavoro. Ma per un design che può essere indossato giorno dopo giorno, è più robusto e resistente alle intemperie rispetto alla maggior parte e ha un bell’aspetto nel processo, rendendolo la nostra scelta migliore in assoluto. Per quanto riguarda le dimensioni, abbiamo scoperto che il Ridgeway è un po’ piccolo e un polsino stretto può rendere leggermente difficile salire e scendere.

I guanti invernali in pelle scamosciata Ozero Thermal -30°F sono caratterizzati da cinque strati di materiali per mantenere le mani calde e asciutte a temperature sotto lo zero. Gli strati esterni in pile polare e TPU impermeabile forniscono ritenzione termica e assorbimento dell’umidità, mentre lo strato intermedio in spugna mantiene intatta la forma del guanto.

Gli strati interni includono cotone isolante Heatlok e cotone termico TR, che assicurano che le tue mani rimangano calde, anche quando la temperatura scende a -20°F. I guanti dispongono anche di un polsino antivento al polso che impedisce all’aria fredda di insinuarsi all’interno.

I guanti in pelle scamosciata di pelle di daino sono realizzati con una presa solida, quindi sono l’accessorio invernale perfetto per partecipare alle attività con tempo freddo o anche solo per guidare in una vivace mattinata invernale. I guanti sono disponibili in taglie da piccola a extra large, quindi dovrebbero adattarsi a mani di tutte le taglie.

I Migliori Guanti Invernali

Per il massimo del calore invernale, dai un’occhiata al Mercury Mitt di Black Diamond. In poche parole, questo guanto è progettato per mantenere le mani al caldo in alcuni dei luoghi più freddi della terra e fa un ottimo lavoro. Ottieni uno spesso isolamento PrimaLoft Gold in tutto insieme a una comoda fodera rimovibile che li rende più tollerabili in condizioni non artiche. E ci piace il design a dita divise all’interno, che consente al dito indice di muoversi liberamente per un migliore movimento. In pratica, abbiamo testato per la prima volta il Mercury Mitt durante un viaggio di arrampicata su ghiaccio nelle gelide Montagne Rocciose canadesi e ha fornito calore per tutto il giorno in condizioni sub-0 (Fahrenheit).

Se stai cercando di fare anche un passo in più, Black Diamond produce anche il costoso Absolute Mitt ($ 250), che ha un intervallo di temperatura da -40 a -20 gradi Fahrenheit (il Mercury Mitt è valutato da -20 a 10 ˚F ). Entrambi i modelli sono dotati di una fodera rimovibile per un’asciugatura più rapida, un passante per moschettone sulla punta delle dita e palmi in pelle rinforzati in Kevlar e sono realizzati pensando agli alpinisti. Ma a meno della metà del prezzo, il Mercury Mitt offre ampio calore per la maggior parte delle condizioni invernali ed è un ottimo guanto per tutti i giorni / pendolarismo in luoghi gelidi come Chicago, Minneapolis e la costa orientale degli Stati Uniti. E per chi è interessato ai caldi guanti invernali (piuttosto che ai guanti), il Black Diamond Guide ha lo stesso indice di temperatura del Mercury Mitt ed è stato per anni un pilastro nel mondo dello sci e degli sport invernali.

sci alpino mattutino , la corsa invernale e le racchette da neve .

Il materiale elastico sul dorso della mano consente a questi guanti di essere traspiranti senza lasciare entrare il freddo. I palmi e l’articolazione del pollice sono realizzati in pelle di cinghiale pretrattata che non solo aiuta a isolare le mani, ma aggiunge anche uno strato di resistenza se devi arrampicarti sulle rocce su una pista invernale.

L’impermeabilità è fondamentale quando si guardano i guanti termici per gli sport invernali. Il problema: molti materiali impermeabilizzanti compromettono la traspirabilità del tessuto. Sebbene i guanti John Henry di Flylow non siano tecnicamente impermeabili, la pelle trattata fornisce una barriera tra le mani e la neve, quindi devono essere bagnati ripetutamente prima che l’acqua gelida penetri nelle tue mani.

Generalmente, i John Henrys manterranno le tue mani calde quando sei in temperature a una cifra – e dopo di ciò, possono essere usati come una fodera (anche se ingombrante) in grandi guanti termici. Le persone con mani grandi adoreranno l’apertura elastica del polso per infilare più facilmente i guanti grandi, così come la linguetta in pelle per aiutare a far scivolare i guanti. Consigliamo di prendere le misure perché vestono un po’ piccole. — Rachael Shultz

I guanti Hestra sono un po’ come un’opera d’arte. L’azienda svedese ha una lunga esperienza di artigianato e il loro guanto Fall Line è il nostro modello preferito per tutti i giorni. Questo guanto interamente in pelle racchiude l’essenziale: è comodo, ben costruito e resistente. È importante sottolineare che la Fall Line è anche altamente versatile: offre isolamento e ammortizzazione sufficienti sul dorso della mano per la maggior parte degli sport invernali (ha guadagnato un posto nel nostro articolo sui migliori guanti da sci ), ma è abbastanza abile da usare durante la guida, spalare e semplicemente passeggiare per la città. E la Fall Line è fatta per durare: il nostro paio ben indossato si è ammorbidito e si è conformato alla nostra mano, dandogli una sensazione personalizzata che sembra ancora e si comporta come nuova.

Il più grande svantaggio della Fall Line è il suo forte prezzo di $ 165. Stai pagando per la qualità e la sensazione è fenomenale, ma questo è un buon investimento per un guanto che non indosserai nei giorni più freddi (se siamo inattivi, abbiamo scoperto che è abbastanza caldo solo fino a circa 20 °F). Inoltre, la Fall Line non è completamente impermeabile, anche se il trattamento occasionale della pelle eviterà che assorba troppa umidità. Tutto sommato, il guanto Smartwool sopra ha probabilmente un valore migliore, ma l’aspetto premium di Hestra è qualcosa che apprezziamo ogni volta che li indossiamo.

Sono tecnologici con tutte e cinque le dita, ergonomici e dotati di un’ottima presa, quindi non ti ritroverai a toglierli ogni volta che devi usare lo smartphone, guidare un’auto o fare qualsiasi cosa che richieda la destrezza della mano.

I guanti The North Face Etip sono leggeri e dotati di chiusura, quindi puoi tenerli facilmente nella tasca del cappotto senza temere di perderne uno.

Inoltre, The North Face ora utilizza materiali riciclati per produrre i guanti Etip.

Le mani che lavorano duramente non si fermano quando fa freddo e un solido guanto da lavoro invernale deve essere resistente, abile e caldo. Lo specialista di guanti Kinco ha una gamma completa di opzioni per tutto, dall’allevamento e la pesca alla costruzione e al funzionamento delle attrezzature, e il loro driver in pelle di cinghiale per impieghi gravosi (# 901) è uno dei nostri design preferiti. Questo guanto da lavoro invernale presenta un guscio in pelle di cinghiale rinforzato e una fodera termica per l’isolamento, sormontato da un polso in maglia di alta qualità per sigillare il calore. La ciliegina sulla torta è il prezzo: per soli $ 38 ottieni un guanto da lavoro che è impermeabile, si muove bene (una volta che lo rompi), ed è difficile come le opzioni molto più costose in questo elenco.

Se hai intenzione di uscire molto in condizioni di bagnato, ti consigliamo vivamente di applicare una cera impermeabilizzante sulla pelle e sulle cuciture per rendere i guanti completamente pronti per l’inverno (Kinco include alcuni pacchetti Nikwax con l’acquisto, oppure puoi acquistarli separatamente). E mentre i Kinco sono più caldi di un guanto da lavoro sfoderato, ti consigliamo di rimanere abbastanza attivo per evitare le mani fredde, il che non è un problema per la maggior parte delle persone che lavorano all’aperto. Tutto sommato, grazie ai loro prezzi stracciati e alle prestazioni comprovate, i guanti Kinco hanno raggiunto uno status leggendario nel mondo del lavoro e hanno persino conquistato la comunità dello sci e in particolare gli skilifter.

C’è un motivo per cui il marchio di abbigliamento Carhartt è sinonimo di abbigliamento outdoor durevole, poiché produce capispalla e accessori di alta qualità dal 1889. I guanti isolanti impermeabili WP da uomo di Carhartt non fanno eccezione alla regola.

I guanti sono realizzati con un guscio in polytex di lunga durata che presenta una fodera FastDry per allontanare l’umidità mentre li usi, così puoi dire addio ai palmi sudati.

Una cosa da tenere a mente: alcuni utenti dicono che non sono l’opzione più pratica se prevedi di lavorare all’aperto a basse temperature, perché sono troppo ingombranti per raccogliere piccoli oggetti come dadi e bulloni.

I Migliori Guanti Invernali

La vasta gamma di guanti di Carhartt spazia dalle fodere sottili ai robusti modelli da caccia mimetici, e il loro famoso guanto WB arriva proprio nel mezzo. È ragionevolmente morbido e si muove abbastanza bene per le attività occasionali, ma con caratteristiche come una membrana impermeabile, un panno per il naso e un palmo rinforzato, il WB è un’opzione utile per le giornate miti sulle piste. Inoltre, al prezzo di $ 30, il WB offre un ottimo rapporto qualità-prezzo.

L’insidia principale di un guanto così economico è che a temperature sotto lo zero, probabilmente scoprirai che il sottile strato di isolamento sintetico economico del WB non è sufficiente per mantenere le mani super calde. Inoltre, il Carhartt manca della versatilità e del bell’aspetto di più costosi tuttofare come la Hestra Fall Line o Smartwool Ridgeway sopra, e il palmo in poliuretano non si muove come la pelle. Ma come opzione semplice e conveniente, il WB è uno dei nostri preferiti. Vale la pena notare che Carhartt produce anche un guanto (e un guanto) “WP Waterproof Insulated” disponibile per $ 27, ma manca dei rinforzi in pelle per il pollice e della chiusura a strappo sul polsino.

Realizzati con isolamento 3M Thinsulate da 40 g e una fodera traspirante antiacqua e antivento Hipora , i guanti termici impermeabili Ergodyne ProFlex 817WP sono guanti altamente apprezzati per coloro che lavorano all’aperto nei freddi mesi invernali.

Il dorso imbottito in spandex e il paranocche in neoprene offrono un’ammortizzazione per un comfort extra, mentre il pannello in spugna sul pollice ti consente di asciugare il sudore dalla fronte mentre lavori. I guanti flessibili hanno l’intera gamma di destrezza di cui hai bisogno quando sei al lavoro. Sono anche compatibili con il touchscreen sul pollice e sull’indice.

Anno dopo anno, Outdoor Research riesce ad offrire una forte collezione di guanti. E per diversi inverni ora, il loro Stormtracker è stato la nostra scelta ideale per tutto, dalle passeggiate invernali e le fredde mattine in macchina alle soste, al pendolarismo in bicicletta e persino ai giorni miti sulla pista di pelle. Con una membrana Gore-Tex Infinium e la tecnologia Windstopper, realizzano molto con il minimo ingombro e abbiamo trovato che la combinazione di destrezza e protezione è di prim’ordine. A dire il vero, lo Stormtracker non è il guanto più caldo qui con solo un sottile strato di isolamento in tricot, ma la protezione dal vento e dall’acqua fa molto per proteggere le tue mani dal freddo.

Con il calore di peso medio e la costruzione softshell lungo il dorso della mano, l’OR Stormtracker si allinea con un modello come il Black Diamond Wind Hood sottostante. Entrambi i guanti offrono grande destrezza e comfort, ma alla fine l’OR è l’offerta molto più premium, con un materiale del guscio più robusto, una vestibilità più stretta e articolata e un design completamente impermeabile. Per finire, adoriamo la cerniera del polsino e le linguette, che rendono lo Stormtracker un gioco da ragazzi da indossare e da togliere. A $ 79, ti costerà un bel penny, ma questo guanto è il pacchetto completo e ne vale la pena per molti. E tieni presente che per soli $ 10 in più, l’illuminatore per sala operatoria di seguito è un’opzione molto più calda ma al costo di un po’ di destrezza.

Se vuoi essere in grado di controllare il tuo telefono senza toglierti i guanti, prova The North Face Etip Gloves . Questi guanti tecnologici sono perfetti per coloro che amano rimanere in contatto mentre si godono i grandi spazi aperti.

Le tue mani rimarranno calde e tostate mentre scorri Facebook, grazie alla capacità di tocco a cinque dita dei guanti. I guanti sono inoltre dotati di una presa extra in silicone sul palmo, così le tue mani non scivoleranno mentre scorri, scii o spala.

I guanti robusti utilizzano un sistema a clip di blocco, quindi puoi riporli insieme e non dovrai mai preoccuparti di perderne uno. Ci sono diversi colori tra cui scegliere tra cui viola, grigio e rosa.

Titan di Dakine ha costruito una solida reputazione tra gli sciatori e gli snowboarder, ma l’abbiamo incluso qui grazie alla sua natura a tutto tondo. Con un inserto in Gore-Tex, il guanto offre una protezione affidabile dal bagnato e un palmo aderente fa bene con tutto, dallo spalare il vialetto al trasporto di slitte. Inoltre, a differenza di molti guanti specifici per sport sulla neve, lo stile del Titan si traduce piuttosto bene per essere indossato in città. Per finire, ottieni fodere in pile rimovibili che sono compatibili con il touchscreen e un buon peso da indossare da sole mentre corri al freddo.

Dove il Titan sembra più un guanto da sci è lo spesso isolamento e la massa che fa male alla destrezza. Anche la fodera rimovibile gioca un ruolo qui, e può essere difficile fare cose che richiedono abilità motorie come chiudere la cerniera delle giacche o maneggiare le chiavi della macchina. Il lato positivo è che ottieni molto calore a un prezzo equo, e adoriamo particolarmente la tasca con cerniera (ideale per riporre uno scaldamani) e il guanto generoso per lo sci del resort.

Solo perché il tempo è peggiorato non significa che il tuo senso dello stile debba fare lo stesso. I guanti in pile elasticizzato di Isotoner non sono solo estremamente caldi, ma anche piuttosto eleganti.

Foderati in pile, questi guanti sono sorprendentemente caldi e fantastici per isolare le mani dalla neve e dal vento. Ci sono diversi colori disponibili, quindi se puoi scegliere il tuo preferito o sceglierne alcuni per abbinare abiti diversi.

Sono anche tecnologici nell’indice e nel pollice, quindi puoi utilizzare comodamente i dispositivi touchscreen senza rimuoverli.

Outdoor Research fattura il suo sensore illuminatore come un guanto da arrampicata/sci alpino, ma diremmo che è molto di più. La necessità di aumentare la gamma di movimento per la movimentazione dell’attrezzatura da arrampicata ha portato a una struttura a basso profilo che riduce al minimo l’ingombro. Combinato con il 10% di spandex intessuto nel guscio, il guanto è comodo e si distingue per le attività quotidiane come afferrare la maniglia della portiera di un’auto o utilizzare la cerniera di una giacca. Ci piace anche che i polsini minimalisti si adattino bene sotto una giacca e che i fidati palmi in pelle di capra siano resistenti e includano persino la compatibilità con il touchscreen sul pollice e sull’indice. Non male per un guanto che si trova ugualmente a suo agio su una parete di ghiaccio.

Se dai la priorità al calore sopra ogni altra cosa, tuttavia, l’Illuminatore probabilmente non sarà all’altezza. Anche con l’isolamento Silver di fascia media di PrimaLoft (200 grammi lungo il dorso della mano e 133 grammi intorno al palmo), il guanto è più freddo di un’alternativa più economica come il Dakine Titan da $ 70 sopra. Inoltre, il guscio sottile non reggerà così come un’opzione robusta come l’Alti di OR in condizioni estreme. Ma pensiamo che Illuminator sia uno dei guanti più equilibrati sul mercato, il che gli vale un posto nella nostra lista per il 2021.

I Migliori Guanti Invernali

Ci sono pochi guanti che in realtà valgono un prezzo superiore a $ 100 e i guanti Hestra Utsjo sono uno di questi. Sono realizzati con pelle di alce nordica di alta qualità, che è incredibilmente morbida e, data la capacità degli alci di sopravvivere al freddo, è naturalmente isolante.

Oltre alle proprietà isolanti naturali della pelle, l’interno dei guanti è rivestito in morbido poliestere spazzolato e isolato con materiale sintetico PrimaLoft Gold alternativo al piumino che si può trovare in alcuni degli indumenti outdoor più caldi. 

Sebbene non siano tecnicamente impermeabili, il materiale PrimaLoft Gold offre un’ottima resistenza all’acqua.

La maggior parte degli appassionati di outdoor probabilmente non ha mai sentito parlare di Showa, e il loro guanto Atlas 282 TemRes di certo non sta riempiendo gli scaffali del tuo negozio di attrezzatura locale. Ma non lasciarti ingannare dalle apparenze: per anni, l’Atlas 282 TemRes è stato la scelta migliore per tutto, dall’arrampicata su ghiaccio allo sci di fondo, allo spalare il vialetto. Combinando un esterno in poliuretano con una fodera morbida e soffice, questo guanto è, non è uno scherzo, sia impermeabile che traspirante. E non è tutto: è caldo, abile e anche incredibilmente aderente.

In molti modi, l’Atlas 282 TemRes è un miracolo di un guanto. Per soli $ 20, ottieni prestazioni alla pari con modelli oltre cinque volte il prezzo. In effetti, questi guanti sono così buoni che l’alpinista sponsorizzato dalla Patagonia Colin Haley li elenca come parte del suo kit per scalare Mt. Hunter in Alaska Range. Certo, i TemRes hanno un aspetto divertente, non sono resistenti come la pelle e non hanno caratteristiche tecniche come polsini, polsini o punti di attacco per moschettoni. Ma siamo quasi certi che non rimarrai deluso. E ti consigliamo di aumentare di una taglia, poiché è noto che vestono piccole.

Non lasciarti ingannare dal nome: i guanti Hestra Fall Line sono ben equipaggiati per il clima invernale. Progettati specificamente per lo sci e l’equitazione, i guanti presentano un esterno in pelle di vacchetta con maggiore presa per i bastoncini da sci, isolamento in schiuma e ampi polsini in neoprene.

I lati del dorso dei guanti sono dotati di una spessa imbottitura per proteggere le mani dalla spazzola degli alberi mentre si scia o si scende dai pendii. I guanti sono inoltre dotati di una grande chiusura in modo da poter tenere insieme la coppia e collegarli alla borsa o al cappotto quando non vengono indossati.

Sebbene non trovino funzionalità come le dita tecnologiche, sono probabilmente troppo ingombranti per utilizzarle efficacemente comunque.

Il guanto Ridge di Flylow è un classico. Usato (e abusato) da sollevatori di pesi e sciatori di fondo o infilato sotto il sedile di un’auto per uso di emergenza, ha un seguito fedele che pochi possono eguagliare. E per una buona ragione: la combinazione di pelle di cinghiale, polsino elastico e impermeabilizzazione Sno-Seal è comoda e offre prestazioni senza fronzoli. Non è il guanto in pelle più caldo disponibile, ma a $ 50, il Ridge ha un valore migliore rispetto a opzioni come Smartwool Ridgeway o Hestra’s Fall Line sopra.

Ciò che spinge il Flylow Ridge in basso nella nostra lista – e sotto i già citati Smartwool e Hestra – è la sua qualità costruttiva e destrezza. Il guanto è incline a impacchettarsi, quindi non durerà quanto i modelli più costosi e la vestibilità generica rende difficile svolgere piccole attività come afferrare un telefono da una tasca con cerniera. Se vuoi un’opzione ancora più economica da Flylow, dai un’occhiata al loro Tough Guy, che è meno impermeabile con tela sul dorso della mano ma costa $ 10 in meno.

GORE-TEX è una delle più importanti innovazioni di abbigliamento di sempre. Il materiale è altamente impermeabile, ma comunque leggero e traspirante. Ciò significa che, indipendentemente dal fatto che venga utilizzato su calzature, giacche o un paio di guanti, rimarrai asciutto, ma non ti surriscalderai e non diventerai sudato sotto.

I guanti Dakine Team Maverick presentano una combinazione di pelle di capra e GORE-TEX all’esterno, che li rende caldi, impermeabili e piuttosto eleganti.

Sono dotati di un dito indice tecnologico, anche se i guanti sono probabilmente troppo ingombranti per fare altro che toccare lo schermo per rispondere a una telefonata.

Le caratteristiche più utili includono la chiusura a strappo per una vestibilità sicura e i pannelli per il pollice per la pulizia del naso (se decidi di usarli).

Il popolare Alti di Outdoor Research, pubblicizzato come un guanto da spedizione per gli ambienti più difficili, è un design ad alte prestazioni in tutto e per tutto. In poche parole, questo guanto è molto caldo, impermeabile e protettivo. La sua membrana Gore-Tex, il robusto tessuto di nylon e l’isolamento PrimaLoft sia nel guscio esterno che nella fodera interna lo rendono un’ottima scelta per condizioni di freddo pungente e umidità. E l’Alti è dotato di una serie di caratteristiche ideali per le attività in alta montagna, tra cui un guinzaglio rimovibile, un palmo ad alta presa e un design a guanto esteso.

Abbiamo indossato il guanto Alti durante una stagione di arrampicata su ghiaccio e sci di fondo, e la nostra unica vera lamentela riguardava la destrezza. Siamo ancora in grado di agganciare i chiodi da ghiaccio e ottenere una presa solida sui nostri bastoncini da sci, ma l’isolamento pesante e la fodera rimovibile hanno un impatto notevole sui movimenti del motore. Inoltre, il guanto è eccessivo per le attività ad alto rendimento in tutti i giorni tranne i più freddi. Detto questo, le versioni con guanti e muffole dell’Alti sono scelte comuni per gli sciatori e altri avventurieri all’aria aperta che sono inclini a correre molto freddo. Tieni presente che la vestibilità potrebbe essere un problema poiché questi guanti tendono a essere piccoli e stretti.

La migliore invenzione degli ultimi decenni potrebbe essere proprio GORE-TEX. Il tessuto impermeabile e traspirante ha la capacità unica di bloccare i liquidi consentendo il passaggio del vapore acqueo, creando un ambiente asciutto e confortevole. Quando si tratta di mantenere le mani comode e protette in condizioni seriamente difficili (vento, neve, nevischio), una delle migliori opzioni è il guanto Burton GORE-TEX .

GORE-TEX costituisce la membrana di questo guanto, che garantisce l’impermeabilità, ma Burton include anche uno strato isolante Thermocore integrato per un calore extra. L’esterno del guanto è realizzato con un doppio strato di tessuto DryRide Ultrashell, che è antivento e impermeabile ma lascia comunque respirare le mani.

Se stai cercando di lavorare con questi guanti, è possibile anche questo grazie alla tecnologia Sticky Icky nei palmi che ti consente di afferrare bastoncini da sci, pale o la mano dell’altro significativo.

Il guanto Burton GORE-TEX è essenzialmente tre guanti in uno. La fodera in pile all’interno del guanto è rimovibile, il che significa che puoi indossare solo il pile, solo il guscio esterno o metterli entrambi insieme per i giorni in cui fa particolarmente freddo. Se scegli di indossare il pile da solo, puoi sfruttare la sua tecnologia touchscreen.

Non è molto più classico della giacca Nano Puff di Patagonia e, novità per questo inverno, materiali e costruzione simili sono stati combinati per creare un guanto caldo e resistente alle intemperie. I Nano Puff Mitts presentano 100 grammi di materiale sintetico PrimaLoft Gold Insulation Eco, una quantità di calore abbastanza generosa per un guanto così casual (considera che l’ultra-isolante Outdoor Research Illuminator Sensor sopra è rivestito con PrimaLoft Silver da 133 g sul palmo). Inoltre, sono antivento, hanno un resistente rivestimento idrorepellente (DWR) e sono così leggeri e comprimibili che possono praticamente scomparire in un angolo dello zaino quando il mercurio sale.

Lo stile a muffola della Patagonia lo rende piuttosto caldo, ma tieni presente che non è versatile come un guanto invernale standard. Se devi fare qualcosa di sostanziale che richiede le tue dita, dovrai rimuovere completamente le mani, lasciandole vulnerabili all’aria gelida. Se vuoi la manualità per allacciare i lacci delle scarpe o usare il telefono al freddo, ti indicheremo invece un guanto con la punta delle dita compatibile con lo smartphone come il Denali Etip di The North Face di seguito. Ma non si può negare l’intimità di un guanto, e adoriamo la protezione e i materiali di fascia alta che ottieni con i Nano Puff Mitts.  

pesso guardiamo alle offerte interne di REI Co-op per un buon mix di prezzo e prestazioni, e il Gauntlet GTX offre. Per $ 70, ottieni un guanto caldo con impermeabilità Gore-Tex premium e un polsino a guanto per una copertura generosa nella neve profonda. La vestibilità e la finitura sono impressionanti, con un palmo in pelle sintetica per presa e durata, un semplice cordino con una sola mano e cinturino regolabile su ciascun polsino e compatibilità con il touchscreen sia sul pollice che sulla punta del guanto. Tutto si aggiunge a un sacco di guanti per un investimento abbastanza basso: opzioni simili in questo elenco ti costeranno ben oltre $ 100.

Rispetto al budget Carhartt sopra ($ 30), il REI offre una migliore impermeabilità con una membrana Gore-Tex e il polsino del guanto aggiunge una buona dose di calore e protezione. Ma confrontato con un modello più premium come l’OR Alti ($ 159), il Gauntlet GTX non è altrettanto caldo e la sua traspirabilità è scarsa (l’OR utilizza l’isolamento PrimaLoft Active permeabile all’aria sul dorso della mano). E significativamente, la fodera del REI non è rimovibile, il che può essere un punto di svolta per le giornate calde o i viaggi notturni quando è necessario asciugare i guanti sul campo. Ma per prestazioni superiori alla media a un prezzo ragionevole, vale la pena dare un’occhiata al guanto REI Gauntlet GTX (disponibile anche come guanto).

Denali Etip di The North Face è il tipico guanto in pile: comodo, abile e traspirante, ma con alcune caratteristiche extra. Include la compatibilità con il touchscreen su tutte e cinque le dita (anche se non possiamo pensare all’ultima volta che abbiamo usato il nostro mignolo sullo schermo del nostro telefono), insieme a un pannello rinforzato di nylon lungo il dorso della mano per resistenza e protezione dalle intemperie. Insieme alla sua forma comoda e articolata e al palmo ad alta aderenza, il Denali Etip controlla le scatole per un semplice guanto in pile per tutti i giorni.

Nonostante il suo set di funzionalità premurose, Denali Etip ha dei limiti. Ancora più importante, non si ottiene la resistenza all’acqua o al vento come quella di un guanto sintetico come l’Outdoor Research Stormtracker Sensor sopra (per un modello softshell TNF, controlla il guanto Apex +). Ma per quello che è – un comodo design da $ 35 per l’uso in città – l’Etip è dannatamente buono e ha anche una linguetta sul polsino per renderlo facile da indossare e da togliere. Tieni presente che il Denali è realizzato con un pile da 300 peso medio, ma l’ampia gamma di The North Face include anche un Etip Recycled Glove più leggero (ottimo per la corsa) e un modello Hardface per una migliore resistenza al vento.

Ci sono una serie di motivi per cui ci piace il tessuto softshell per i guanti: la sua costruzione elastica offre un’eccellente destrezza, il comfort è la priorità con la finitura morbida e la traspirabilità è di prim’ordine. Ma mentre molti guanti softshell possono resistere all’umidità leggera e al vento, non resistono agli elementi nello stesso modo in cui potrebbero resistere la pelle o il nylon. Per questo motivo, adoriamo i guanti Wind Hood Softshell di Black Diamond, che si attaccano a un cappuccio in Pertex Endurance riponibile per protezione dagli agenti atmosferici quando ne hai bisogno e traspirabilità quando non ne hai bisogno. A completare il design, si ottiene un calore di fascia media con isolamento PrimaLoft Gold da 100 grammi e un palmo in pelle per presa e durata.

Per attività come racchette da neve, sci di fondo e ciclismo invernale, il guanto Wind Hood Softshell è un’ottima aggiunta al tuo kit. Tieni il cappuccio spento mentre crei calore e tiralo sulle dita per pause o spinte in vetta (il pollice è dotato di un pannello fisso di Pertex Endurance). Ma è importante notare che in passato abbiamo avuto alcuni problemi di durata con i guanti softshell di Black Diamond e otterrai tessuti più robusti insieme a una membrana impermeabile con un modello come l’Outdoor Research Stormtracker sopra. Detto questo, per le attività attive è difficile battere la versatilità del Wind Hood, che offre grandi prestazioni sia che ti muovi velocemente a temperature miti o che ti accovacci al freddo.

Niente è classico come un guanto da elicottero in pelle, e il Buckskin Chopper di LL Bean, con sede nel Maine, è senza età come viene. All’esterno, la pelle di daino resistente al vento è ben realizzata con cuciture a vista. All’interno, c’è uno strato di lana Shetland insieme a una fodera in lana/nylon rimovibile e accogliente. Per uno stile a guanto, anche il Chopper è ragionevolmente abile: il guanto si flette un po’ per fornire una presa decente attorno a una pala oa un corrimano.  

Quali sono gli svantaggi dei guanti LL Bean Chopper? Non hanno una membrana impermeabile, e quindi la pelle richiede un trattamento di cera o DWR per tenere fuori l’umidità. Ma questi guanti sono fatti per durare: c’è anche un’altra “ala” di pelle di daino sull’incavo tra il pollice e l’indice per una maggiore durata. Per un look tradizionale in città o per coloro a cui non dispiace tagliare la legna o spalare la neve con una muffola, Buckskin Chopper è un’ottima opzione per condizioni fredde e secche.

Il Fission SV è il guanto invernale più caldo di Arc’teryx, realizzato per tutto, dallo sci di fondo e arrampicata su ghiaccio alle racchette da neve. E come ci si aspetta dal marchio della British Columbia, è estremamente ben progettato e realizzato con materiali di alta qualità. L’esterno in softshell e pelle è elastico e resistente e il mix di isolamento (il palmo ha 133 grammi PrimaLoft Gold, il dorso della mano 200 grammi Primaloft Silver ed entrambi sono rivestiti con uno strato sottile ma caldo di Octa Loft ) bilancia il calore con la sensazione della mano quando si afferra uno strumento o un bastoncino da sci. Un inserto in Gore-Tex impermeabile, palmo in pelle e guanti a copertura totale completano la struttura ad alte prestazioni di Fission.

Perché questa offerta premium di Arc’teryx è in fondo alla nostra lista? Per la maggior parte delle persone e degli usi, pensiamo che sia eccessivo sia in termini di prezzo che di funzionalità. La maggior parte delle volte puoi cavartela con un guanto molto più economico, infatti, conosciamo diversi scalatori di ghiaccio esperti che optano per un design come lo Showa 282 TemRes rispetto al Fission SV. Inoltre, ottieni un calore simile dall’Alti di OR sopra per $ 40 in meno (con un notevole calo della destrezza). Ma se il prezzo non è un problema, Fission SV offre la tipica lavorazione artigianale Arc’teryx e prestazioni di fascia alta per gli appassionati di outdoor più esigenti.

A prima vista, un semplice guanto imbottito in piuma potrebbe non sembrare una scelta pratica. Ma per $ 60, Transcendent di Outdoor Research può eguagliare o battere l’isolamento fornito da guanti che costano il doppio o più. Inoltre, farlo scorrere sotto un guscio impermeabile non fa che aumentare la sua vitalità per l’uso stagionale. È vero che il Transcendent è piuttosto ingombrante e inibisce significativamente la libertà di movimento, ma il guanto è un’opzione super accogliente per qualsiasi cosa, dall’andare a fare una passeggiata in una classica giornata sotto lo zero nel Midwest al campeggio invernale. 

Come si confronta il Trascendente con il Patagonia Nano Puff Mitt riempito di materiale sintetico sopra? Down è difficile da battere nel reparto accogliente, e l’OR riesce anche a ridurre il prezzo della Patagonia di $ 9. D’altra parte, il Nano Puff è più versatile sulla neve bagnata poiché il piumino d’oca del Transcendent si accumulerà e smetterà di fornire calore se l’umidità dovesse penetrare attraverso il suo guscio sottile. Alla fine, indossare un guanto in piuma da solo funzionerà solo in determinate situazioni in cui la neve è asciutta e le temperature sono basse, ma è comunque un’opzione divertente.

In passato, siamo rimasti delusi dalla qualità della linea di guanti interna di REI Co-op. Ma ci piace quello che hanno inventato nel Guide Insulated: un design prevalentemente in pelle che mescola l’aspetto tradizionale dei guanti da lavoro con dettagli tecnici come un materiale softshell sul dorso della mano. Il modello unisex è offerto in una gamma di taglie (dalla XS alla XL), offre un isolamento moderato con una combinazione di imbottitura sintetica e fodera in pile, e include tocchi piacevoli come una salvietta per il naso in pelle scamosciata sul pollice. Per un prezzo molto ragionevole di $ 50, la Guide Insulated offre un pugno serio.

Come si impila la REI Co-op Guide Insulated fino al Flylow Ridge sopra? Entrambi hanno palmi in pelle durevoli e una buona destrezza decente per qualsiasi cosa, dal tagliare la legna allo sci di fondo, anche se il Flylow è un po’ più duro con la sua struttura completamente in pelle. Inoltre, il materiale softshell sul REI ti aiuta a mantenerti comodo quando sudi, ma compromette un po’ di calore e protezione. Diamo il vantaggio al più collaudato Flylow per ora, ma ciò potrebbe certamente cambiare dopo più tempo con il REI.

I piumini sono un punto fermo per i climi freddi, ma guanti e muffole in piuma sono molto più rari. Perchè è questo? Per natura, il piumino deve essere alto per fornire calore, il che aggiunge un livello di volume che compromette la destrezza. Inoltre, perde la sua capacità di tenerti al caldo quando è bagnato, e niente è così suscettibile di bagnarsi come le tue mani. Ma dato il design e l’ambiente giusti (pensa all’uso urbano e al pendolarismo per andare al lavoro), un paio di guanti in piuma può fornire molto calore accogliente.

Forse nessun marchio è più adatto a realizzare un guanto in piuma dell’azienda di abbigliamento invernale di lusso Canada Goose. Il loro Arctic Down è un capo decisamente casual, ma fornisce un calore generoso dal suo guscio resistente e dal piumino d’oca 525-fill. Sfortunatamente, l’esterno in nylon è resistente all’acqua anziché all’acqua, quindi è necessario prestare attenzione per evitare che assorba l’umidità. Ma per il clima freddo e secco delle città della costa orientale come New York e Boston, la struttura premium offre un’attraente combinazione di calore e stile.

Il design ibrido glomitt è uno dei preferiti in inverno. Combinando un guanto senza dita e un cappuccio simile a una muffola che scorre sulla parte superiore, ottieni un’eccellente destrezza e il calore efficiente di avere le dita unite. La versione Four Layer di Fox River su questo stile è ben arredata con una fodera in pile e dettagli come un palmo in pelle e un’imbottitura 3M Thinsulate strategicamente posizionata. Spesso venduto online per meno del suo prezzo consigliato di $ 35, il Glomitt ha anche un ottimo rapporto qualità-prezzo. 

Tieni presente che il Fox River Glomitt non è fatto per essere spinto oltre la sua zona di comfort. Per uno, ha cinque aperture in più (una per ogni dito/pollice) rispetto ad altri guanti, rendendo le tue mani più vulnerabili al freddo e al bagnato. Inoltre, l’esterno in lana lavorata a maglia non è abbastanza robusto per un uso esterno molto leggero. Ma per l’abbigliamento casual in città e la guida con tempo freddo, ci piace molto questo guanto.

Categorie di guanti invernali
I
guanti Performance Performance sono progettati per un uso prolungato in condizioni invernali impegnative. Per l’alpinismo, lo sci o il pendolarismo invernale in bicicletta, questi sono i migliori. Ovviamente, un guanto realizzato per attività ad alto rendimento come lo sci di fondo avrà tratti molto diversi rispetto a un guanto da spedizione artica, quindi questa è una categoria ampia. Ma le caratteristiche costanti includono materiali antivento e impermeabili, isolamento di qualità, buona destrezza, palmi aderenti, polsini aderenti e cartellini dei prezzi spesso costosi. Le opzioni principali includono Outdoor Research Alti , Arc’teryx Fission SV e Black Diamond Wind Hood Softshell.

Casual
Guanti e muffole casual sono le nostre scelte migliori per le attività quotidiane come passeggiare in città, andare al lavoro in macchina o brevi escursioni invernali. Alcuni di questi guanti sono progettati pensando alla piena funzionalità: il Fox River Glomitt , ad esempio, ti offre l’uso completo delle dita, mentre altri danno la priorità allo stile e al calore (il Patagonia Nano Puff Mitt). Tutti i guanti casual sono realizzati per proteggere le mani per brevi periodi di tempo al freddo, ma molti non resistono bene alle precipitazioni. In questa categoria, cerca caratteristiche come i polpastrelli compatibili con il touchscreen, i palmi rinforzati, l’uso della lana e il design delle muffole. E poiché non sono destinati a prestazioni di fascia alta, i guanti casual sono in genere tra i più convenienti.

I
guanti da lavoro nella nostra categoria di lavoro danno un premio alla durata. Per usi come tagliare la legna o gestire uno skilift, un guanto di pelle resistente è difficile da battere (non è un caso che tutti i nostri guanti da lavoro sopra siano realizzati principalmente con pelle). Inoltre, cerca set di funzionalità semplici, stili abili, palmi rinforzati e design corti e sottomanica. La maggior parte dei guanti da lavoro pronti per l’inverno sono foderati in pile o isolati sinteticamente per un maggiore calore, ma puoi sempre raddoppiarli con una fodera (a costo di un po’ di destrezza).

In generale, i guanti da lavoro non sono fatti per condizioni estreme come i veri sport invernali, anche se ci sono alcune eccezioni degne di nota. I guanti Smartwool Ridgeway e Flylow Ridge, ad esempio, entrano nella categoria delle prestazioni con design che bilanciano protezione dagli agenti atmosferici, durata e calore. Conosciamo molti appassionati dell’inverno che indossano abitualmente modelli come questi per lo sci, lo snowboard o l’arrampicata su ghiaccio piuttosto che guanti realizzati appositamente per tali attività. Ma prendi nota: sebbene i guanti da lavoro abbiano spesso un prezzo inferiore, non offrono la protezione completa dalle intemperie di un guanto in nylon con un lungo guanto sigillabile.

Calore
Il calore è una caratteristica distintiva di un guanto pronto per l’inverno e la quantità di isolamento fornita varia ampiamente tra gli stili. All’estremità più calda dello spettro ci sono l’Outdoor Research Alti e il Black Diamond Mercury Mitt, che hanno una spessa imbottitura sintetica, gusci antivento e inserti impermeabili per tenerti protetto in condizioni estreme. Dall’altra parte c’è un guanto in pile leggero come The North Face Denali Etip che è utile solo per brevi periodi all’aperto a temperature gelide. E molti design cadono nel mezzo, come la linea autunnale di Hestra. La struttura in pelle premium è abile per le attività quotidiane, mentre il livello moderato di isolamento in schiuma ci ha fatto sentire a nostro agio nelle giornate di sci con tempo mite e mentre spala la neve. La buona notizia è che esiste un guanto adatto per quasi tutti gli usi possibili. Il tuo livello ideale di calore dipenderà dalle basse temperature previste, dalle attività che farai e se sei incline a correre caldo o freddo.

Tipi di isolamento
Sintetico
Per un guanto davvero caldo, l’imbottitura sintetica è la nostra forma preferita di isolamento. Ha tutte le proprietà giuste: isolante sintetico quando è bagnato, è un isolante efficiente rispetto al suo peso, è ragionevolmente durevole e resiste all’impaccamento ed è più economico del piumino. Molti dei guanti ad alte prestazioni della nostra lista utilizzano questo tipo di riempimento, inclusi Outdoor Research Illuminator e Arc’teryx Fission SV . Vale la pena notare che la qualità delle fibre sintetiche è importante: i guanti che utilizzano PrimaLoft e Thinsulate sono più caldi per il loro peso e più duraturi rispetto alle opzioni più economiche che utilizzano un generico riempimento in poliestere.

Pile
I guanti sintetici possono dominare la categoria delle prestazioni, ma il pile è un isolante popolare tra i modelli casual e leggeri. Un guanto in pile come The North Face Denali Etip è accogliente, abbastanza caldo per brevi passeggiate all’aperto e conveniente a $ 35. Gli svantaggi dei guanti in pile sono che non forniscono molta protezione dal vento e dalle intemperie (d’altra parte, spesso traspirano bene) e non sono caldi come un guanto sintetico. Ma per un’opzione economica e comoda da indossare in città, il pile è un buon modo per andare.

Lana La
lana, e in particolare la varietà Merino, è il nostro materiale preferito per gli strati base a contatto con la pellee calzini, ma non è così popolare tra i guanti invernali. È vero che alcuni dei guanti di cui sopra usano la lana: il Fox River Four Layer è fatto principalmente di lana e l’LL Bean Chopper ha una fodera in lana, ma ha la sua giusta dose di inconvenienti. La lana ha generalmente una durata di vita più breve del vello ed è più pesante, più voluminosa e significativamente meno resistente del sintetico. Ma non si può negare il suo calore: ci piace la lana per una fodera leggera (indossata sotto un guscio) o per l’uso casual in condizioni asciutte.

Piumino
Tra le opzioni di isolamento, il piumino è quello che vedrai di meno. Il motivo principale è che il piumino deve essere alto per isolare (leggi: meno destrezza) e il piumaggio naturale dell’oca o dell’anatra perde la sua capacità di isolare quando è bagnato. Puoi mitigare questo problema con un guscio robusto e impermeabile, ma anche il sudore delle tue mani può compromettere l’imbottitura in piuma. In quanto tale, ti imbatterai in un capo casual occasionale come il Canada Goose Artic sopra, ma i guanti sintetici sono molto più pratici (e convenienti) per condizioni di bagnato e neve.

Guanti impermeabili e resistenti all’acqua
Molti guanti invernali non sono completamente impermeabili, ma quelli che lo sono rientrano in due stili di base: un guscio esterno che blocca l’umidità o una membrana impermeabile inserita tra il guscio e la fodera. A partire dal design del guscio impermeabile, questi guanti sono generalmente realizzati in pelle, che resiste al vento ma è naturalmente incline ad assorbire l’umidità. Pertanto, richiedono un trattamento di Sno-Seal o prodotto equivalente per creare una barriera di blocco dell’acqua. È importante notare che questi guanti necessitano anche di manutenzione ordinaria (lavaggio o riapplicazione del trattamento) per rimanere in buone condizioni (maggiori informazioni di seguito).

Un guscio impermeabile fa il trucco nella neve asciutta o se rimani in cima alla manutenzione, ma non può competere in termini di resistenza all’acqua totale con una membrana interna. Lo strato impermeabile di più alta qualità sul mercato è Gore-Tex, noto per la sua combinazione di resistenza all’umidità di lunga durata e traspirabilità. La maggior parte dei guanti di alto livello sono realizzati con Gore-Tex, mentre i guanti più economici presentano vari design fuori marchio, come BDry, C-Zone, MemBrain, ecc. Puoi aspettarti diversi livelli di prestazioni da questi tessuti, ma in in generale, un prezzo più basso significherà una compromissione dell’impermeabilità, della traspirabilità o di entrambe. Ancora una volta, i guanti più economici andranno bene per la maggior parte degli scopi, incluso lo sci in località con clima mite e il lavoro all’aperto, ma se vuoi davvero che un guanto regga in condizioni umide e miserabili, aspettati di pagare un po’ di più.

Per un uso occasionale o se non sei fuori per lunghi periodi di tempo, spesso sarà sufficiente un guanto non impermeabile. I modelli in pile e lana offrono la minima protezione, mentre alcuni, come la linea Hestra Fall in pelle , sono altamente resistenti al vento e all’acqua. In generale, ti consigliamo un guanto impermeabile se ti troverai a lungo nelle intemperie e corri il rischio di bagnarti le mani. Ma i modelli più permeabili all’aria sono un’ottima scelta da indossare in città, mentre spala la neve o anche durante le occasionali avventure con le racchette da neve.

Trattare i tuoi guanti di pelle
Come abbiamo accennato nella sezione sull’impermeabilizzazione sopra, i guanti in pelle richiedono un trattamento occasionale per evitare di assorbire l’umidità. Alcuni modelli sono pretrattati, incluso il guanto Flylow’s Ridge, mentre altri come il guanto Kinco Pigskin sono semplicemente in pelle. Il rivestimento più comune ed efficace è Sno-Seal . Questa soluzione a base di cera d’api richiede un notevole sforzo, compresa la cottura del guanto in forno, ma è una formula collaudata estremamente popolare tra gli sciatori in climi umidi. Le opzioni più semplici e meno complesse che forniscono comunque un buon livello di protezione includono la cera impermeabilizzante di Nikwax e il balsamo per pelle di Hestra, che può essere applicato rapidamente strofinando il trattamento con un panno e asciugando durante la notte. A seconda di quanto spesso indossi i guanti e in che tipo di condizioni, potresti dover ritrattare la pelle una o più volte durante l’inverno (sarà chiaro quando sarà necessario riapplicare perché i guanti smetteranno di perdere umidità).

Materiali e durata della calotta
La durata non deve essere trascurata quando si tratta di scegliere il guanto giusto. Dopotutto, cosa può essere più utile delle nostre mani? I guanti più longevi rientrano nella categoria lavoro e sono realizzati in pelle ultra resistente. Un ulteriore trattamento impermeabilizzante, come Nikwax, Sno-Seal o prodotti simili, fornisce una barriera dall’umidità ma serve anche a prolungare la durata del guanto. I gusci in nylon sono un’altra opzione di lunga durata, design particolarmente ben realizzati come l’ Outdoor Research Alti . I modelli semplici in lana e pile sono i più inclini a sviluppare buchi e strappi e dovrebbero essere limitati alle attività casuali. Vale la pena notare che alcuni guanti in nylon, lana e pile sono rinforzati con pelle nelle aree ad alto utilizzo (come i palmi e la punta delle dita).

Destrezza
Per molti usi invernali, dal mettere le catene alla tua auto in una tempesta di neve agli SMS sullo smartphone, è importante avere un paio di guanti molto agili. Se questa è una priorità per te, la natura elastica ed elastica della pelle (anche foderata) la rende una scelta popolare. Un altro fattore è il livello di isolamento: in generale, guanti più sottili e meno caldi sono più agili. Infine, la costruzione gioca un ruolo importante: la linea Fall di Hestra ha cuciture esterne lungo le dita che rendono sorprendentemente facile eseguire movimenti motori fini nonostante l’isolamento in schiuma calda del guanto. Tieni presente che la destrezza non deve essere la considerazione principale per tutti: guanti spessi o ingombranti possono comunque essere utili in molte situazioni, tra cui spalare la neve, sciare o semplicemente camminare in condizioni di freddo estremo.

polsini

Stile
Gauntlet I guanti Gauntlet si estendono sul polsino di una giacca (piuttosto che sotto), fornendo un’eccellente protezione dagli agenti atmosferici e calore. Se fatto bene, un guanto di protezione sigilla efficacemente l’aria fredda ed elimina virtualmente la possibilità che la neve entri. I guanti Gauntlet sono facili da indossare e togliere, con ampie aperture e cordini con una sola mano che si stringono e si rilasciano. Sono spesso più pesanti, più ingombranti, meno agili e meno ventilati rispetto ad altri stili, ma ne vale la pena se vuoi davvero chiudere i portelli. Ci piace di più lo stile del guanto come guanti ad alte prestazioni per gli sport invernali e le spedizioni. 

Undercuff
I guanti Undercuff, che di solito incorporano un polsino in lana elasticizzata o materiale sintetico, si trovano sotto la giacca invernalee tieni il guanto vicino al polso. Il polsino fornisce sia una barriera dagli elementi che impedisce al guanto di scivolare dalla mano. Sebbene un guanto sottomanico sia meno ingombrante, più leggero e più ventilato rispetto a uno stile guanto, non può competere in termini di protezione dagli agenti atmosferici. Anche se stringi bene le maniche della giacca sopra, c’è la possibilità che le maniche si alzino durante l’attività. Ma per il lavoro all’aperto o per l’uso quotidiano, la semplicità di un design sottomanicotto è molto attraente.

Fodere rimovibili

Molti guanti sono dotati di una fodera incorporata o rimovibile (questi ultimi sono spesso indicati come guanti 3 in 1). Realizzata in sintetico o lana, una fodera allontana l’umidità dalla pelle e aggiunge un elemento di calore, anche quando è bagnata. Una fodera che può separarsi dal guanto offre una maggiore versatilità: puoi indossare la fodera o lo scafo separatamente o combinarli per il massimo calore. Inoltre, la separazione degli strati consente un’asciugatura più rapida e la possibilità di scambiare le fodere nel bel mezzo di una giornata particolarmente umida. I guanti 3 in 1 sono più ingombranti, più pesanti e meno agili, ma sicuramente hanno i loro meriti. E tieni presente che anche se un guanto non viene venduto con una fodera, puoi sempre sovrapporlo con un set più sottile per un maggiore calore.
 

Compatibilità touchscreen

Siamo sui nostri telefoni più che mai, e nel 2021 lo vediamo riflesso nel design dei guanti. Oltre la metà dei guanti in questo elenco presenta dita e pollici puntatori compatibili con il touchscreen e il numero di modelli disponibili aumenta ogni anno. In breve, la tecnologia utilizza tessuti conduttivi nella punta delle dita in modo che la corrente elettrica del tuo corpo, ciò che lo schermo deve riconoscere per essere reattivo, venga trasferita attraverso il guanto (interessante, puoi apportare questa modifica da solo con un semplice ago e filo conduttivo). Come previsto, i guanti sottili funzionano meglio su un touchscreen rispetto ai guanti spessi (una semplice questione di precisione). Questo rende attraente un guanto con una fodera rimovibile compatibile con touchscreen: ottieni il calore di un pesante guanto invernale ma la possibilità di utilizzare il telefono senza esporre completamente la mano agli elementi. 

Caratteristiche aggiuntive dei guanti invernali
I guanti invernali possono variare da semplici modelli in pelle come gli LL Bean Buckskin Choppers, a modelli completi con polsini, salviette per il naso, tasche con cerniera e passanti per moschettoni per il trasporto su un’imbracatura. Queste caratteristiche generalmente aumentano con le prestazioni: i guanti da lavoro e da tutti i giorni sono solitamente i più semplici (a volte con la compatibilità con il touchscreen come unica aggiunta degna di nota), mentre i guanti per gli sport invernali spesso includono tutte le campane e i fischietti. Alcuni guanti sono anche dotati di un pacco termico alimentato a batteria per ambienti particolarmente freddi o mani particolarmente fredde (i guanti riscaldati Outdoor Research Lucent sono i nostri preferiti).

Guanti contro Muffole
Per le condizioni più fredde o per coloro che soffrono di mani abitualmente fredde, i guanti sono un’ottima scelta. Tenendo unite le dita invece di isolarle come fanno i guanti, le muffole offrono un notevole aumento di protezione e calore. Il più grande svantaggio dei guanti è la mancanza di destrezza. Anche per compiti semplici come allacciarsi le scarpe, aprire la cerniera delle tasche o afferrare un piccolo oggetto, i guanti sono destinati a farti sentire goffo. A seconda dell’attività, potresti finire per rimuoverli abbastanza volte che le tue mani sarebbero rimaste più calde con i guanti. Ma per le occasioni in cui non hai bisogno di mani agili, niente batte il calore dei guanti.

Alcuni guanti, come il Fox River Glomitt, sono progettati con lembi dei guanti che si estendono sulla parte superiore delle dita guantate. Per un uso occasionale, questo può essere lo scenario migliore dei due mondi: comodità, destrezza e calore tutto in uno. Ma tieni presente che il lembo parziale non sarà sufficiente per mantenere le mani asciutte in caso di neve o pioggia. Una terza opzione per i guanti è il design a 3 dita, noto anche come guanto a dita spezzate o aragosta. Qui, il pollice e l’indice hanno le loro fessure mentre le altre tre dita rimangono insieme come in un guanto. Nella maggior parte dei casi non amiamo questo stile: la destrezza è ancora ampiamente compromessa e l’aumento di calore è minimo.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *