Guanti da Neve

I Migliori Guanti da Neve

Niente può uccidere una bella giornata sulle piste come le dita fredde, quindi assicurati di scegliere un guanto o una muffola di qualità che si adatti al tipo di sci che fai di più. Le opzioni spaziano dai guanti sintetici in stile guanto ai modelli in pelle sottomanica di produttori come il produttore svedese Hestra. Di seguito sono riportate le nostre scelte per i migliori guanti e muffole da sci per il 2021, con prezzi da oltre $ 200 fino a $ 20 o meno per Kincos della vecchia scuola. Tutti i guanti in questo elenco sono unisex o includono un collegamento alla versione specifica per le donne. Per ulteriori informazioni di base, consulta la nostra tabella di confronto dei guanti e i consigli per l’acquisto sotto le scelte. Per completare il tuo kit, dai un’occhiata ai nostri articoli sulle migliori maschere da sci e caschi da sci .

Quando si gioca sulla neve, le mani intorpidite possono rovinare rapidamente la giornata. Ecco perché un paio di guanti da snowboard di qualità è un pezzo indispensabile del tuo kit da snowboard.

Ma cosa cercare in un guanto? Impermeabilità, traspirabilità, materiali esterni, isolamento e stili dei polsini – per non parlare dell’enorme gamma sul mercato di oggi – possono trasformare l’acquisto di un paio in un compito arduo. Allora da dove cominciare?

Quando acquisti un nuovo paio di guanti da snowboard, pensa alla tua attività e alle tue preferenze.

Esplorerai il backcountry alla ricerca di linee di neve fresca intatta a temperature rigide? O preferisci divertirti nello snowpark in una calda giornata primaverile?

Come puoi immaginare, ogni situazione richiede un diverso tipo di guanto.

Stai tranquillo: non importa il tipo di riding che intendi fare, le condizioni che incontrerai o lo stile a cui miri, ti abbiamo coperto nella nostra raccolta dei migliori guanti da snowboard di seguito. In alternativa, se dai la priorità al calore rispetto alla destrezza, assicurati di dare un’occhiata alla nostra recensione delle migliori muffole da snowboard .

Il miglior guanto da sci in assoluto

Guanto Hestra Heli ($ 160)
Guanti Hestra HeliStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: Poliammide/pelle di capra
Isolamento: Imbottitura in poliestere
Cosa ci piace: Splendidamente realizzato, caldo e resistente.
Cosa non ci piace: richiede un po’ di manutenzione per rimanere impermeabile.

I professionisti dello sci di tutto il mondo si fidano da decenni del produttore svedese Hestra e l’Heli è la nostra prima scelta. Questo guanto da sci comodo e altamente funzionale esiste da anni, ma la sua struttura ibrida in pelle e materiale sintetico rimane la migliore della categoria. La qualità costruttiva premium, il calore e il comfort dell’Heli si distinguono tutti a un prezzo inferiore ad altri guanti da sci di fascia alta. Per questi motivi, pensiamo che l’Heli sia il partner perfetto per tenerti al caldo in montagna.

Come con quasi tutti i prodotti Hestra, l’Heli ha quantità generose di pelle nella sua costruzione. Il vantaggio è che il guanto si flette facilmente ed è molto resistente, ma occasionalmente sarà necessario riapplicare un balsamo per pelle sul palmo e sulle dita per tenere a bada l’umidità (è incluso un piccolo campione di Leather Balm di Hestra). Alcuni preferiscono un guanto con un guscio in nylon per una migliore impermeabilità, ma riteniamo che la semplice manutenzione valga la pena, anche per sciare nella neve bagnata del Pacifico nord-occidentale. Questo famoso guanto ha generato un paio di varianti, tra cui un guanto per il massimo calore e un guanto a 3 dita che divide la differenza. Per una versione veramente impermeabile senza fodere rimovibili, dai un’occhiata a Hestra Army Leather Gore-Tex ($ 190) .

Migliore In Assoluto : BURTON AK GUIDE
Visualizza a schermo intero
burton-ak-gore-tex-guide-gloves.jpg
MATERIALE CALOTTA: Pelle

ISOLAMENTO: PrimaLoft® Gold Insulation

IMPERMEABILE: Sì

PRO: Esterno in pelle resistente. Fodera impermeabile e calda

CONTRO: non i guanti più traspiranti in circolazione

La Burton AK Guide è un paio di guanti eccezionali. Sono un ottimo promemoria che l’eccezionale costruzione complessiva, la grande destrezza e l’eccellente isolamento non devono costare una fortuna.

L’esterno è realizzato in pelle comoda ma resistente, assicurandoti di poter godere di questi bambini per molti giorni di guida a venire. Hanno un rinforzo aggiuntivo sull’indice e sul pollice dove i bordi della tavola possono fare più danni.

Foderati con un inserto in Gore-Tex completamente impermeabile e traspirante, manterranno le tue mani asciutte, anche nelle giornate più calde. Un grande vantaggio è che il rivestimento è fissato all’interno, quindi non lo tirerai fuori quando le tue mani sono bagnate, cosa che sappiamo tutti è super fastidiosa!

L’isolamento PrimaLoft® Gold sul palmo della mano ha un eccezionale rapporto calore/peso ed è compatto, denso e sottile. Anche così, fa comunque un ottimo lavoro nel mantenere le dita belle e calde. Sul dorso delle tue mani hanno un materiale simile alla pelliccia di pecora per un calore extra, senza diventare troppo ingombranti.

Un laccio da polso elastico ti impedisce di farlo cadere quando giochi con lo smartphone in seggiovia e il polsino con cerniera tiene fuori la neve nelle curve profonde e polverose.

Sebbene non siano i guanti da snowboard più traspiranti in questa recensione, i Burton AK Guide sono un paio di guanti di qualità con un prezzo medio che ti permetteranno di goderti l’inverno per molte stagioni a venire.

Guanti da Neve

Guanti da Neve

Il miglior guanto da sci economico

Gordini GTX Storm Trooper II ($ 68)
Guanto Gordini GTX Storm Trooper IIStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: sintetico/pelle
Isolamento: sintetico Megaloft
Cosa ci piace: grande comfort e calore per il prezzo.
Cosa non ci piace: il rivestimento non è rimovibile.

Se esci solo una manciata di volte all’anno o non vuoi sprecare il tuo budget per l’attrezzatura da sci sui guanti, il Gordini GTX Storm Trooper II è un vincitore. Non ottieni il tessuto esterno premium della nostra scelta migliore, ma questo guanto è resistente, impermeabile e funziona semplicemente. Inoltre, il calore e l’intimità sono sorprendentemente buoni considerando il prezzo di $ 68: è un passo indietro rispetto all’Hestra Heli, ma la differenza non è sostanziale e dovrebbe essere abbondante per la maggior parte dei giorni sulla collina.

Sia lo Storm Trooper II che il Burton Gore-Tex di seguito sono opzioni solide a circa $ 70 (ed entrambi sono spesso in vendita a meno). Il Gordini è un po’ più caldo nel complesso, sebbene la fodera rimovibile dia al Burton una maggiore flessibilità per le giornate di sci più calde. Ma lo Storm Trooper è molto più morbido all’interno e il miglior guanto da sci economico che abbiamo usato fino ad oggi. La sua combinazione di comfort, buona destrezza e protezione lo rendono uno standout nella fascia di prezzo inferiore a $ 100.

Miglior Stile: OYUKI SENCHO
Visualizza a schermo intero
oyuki-sencho-gore-tex-guanti.jpg
MATERIALE DELLA GUSCIO: Pelle di capra resistente all’acqua Premium

ISOLAMENTO: PrimaLoft® Gold Insulation

IMPERMEABILE: Sì

PRO: pelle molto elegante e morbida

CONTRO: le taglie sono un po’ scomode

Il Sencho è il guanto di punta di questo produttore di abbigliamento ancora relativamente sconosciuto del Paese del Sol Levante.

La vestibilità slim, il profilo basso e la pregiata pelle di capra fanno di questi guanti uno dei guanti più flessibili in circolazione. Questo aggiunge anche una quantità folle di destrezza, senza sacrificare la durata.

L’isolamento strategico aiuta a tenere fuori il freddo. Usano PrimaLoft® Gold da 200 g/m² sul retro e un PrimaLoft® Grip da 133 g/m² più leggero sul palmo e sulle dita per garantire che l’isolamento non sia troppo ingombrante. In questo modo puoi dare ai tuoi amici un decente pugno celebrativo dopo aver catturato alcune delle svolte più profonde della stagione.

Inutile dire che Oyuki Sencho è completamente impermeabile e traspirante e manterrà le tue mani comode e asciutte, grazie all’inserto in Gore-Tex. Caratterizzato da polsini elastici e polsino regolabile a doppio strato per la massima tenuta, questo paio di guanti è progettato per mantenerti in montagna più a lungo.

Il miglior centro per lo sci

Guanto di mercurio con diamante nero ($ 110)
Guanti Black Diamond MercuryStile del polsino: Guanto
Guscio: Nylon/pelle
Isolamento: sintetico PrimaLoft
Cosa ci piace: Guanto caldo e ragionevolmente conveniente.
Cosa non ci piace: è più difficile impugnare un bastoncino da sci.

Per tenere le mani il più calde possibile, non puoi battere un design a guanto. Può compromettere la destrezza per gli sciatori che cercano di afferrare un bastoncino da sci, ma tenendo le dita unite, si ottiene un calore estremamente efficiente (le dita si scaldano a vicenda). Il Black Diamond Mercury è la nostra opzione di guanto preferita per offrire l’atteso urto di calore senza un enorme salto di prezzo. È inoltre realizzato con un tessuto elasticizzato in 4 direzioni nella calotta e include fodere rimovibili con dita separate per renderlo molto facile da usare.

Come con altri guanti da sci BD che abbiamo indossato, ha una struttura bomber che dovrebbe resistere a un sacco di usura. In realtà, l’unico aspetto negativo è se ti senti a tuo agio o meno con un guanto. Troviamo ancora che un guanto sia più comodo ed efficace per lo sci, ma i design intelligenti come il Mercury sono un motivo convincente per coloro che hanno le mani molto fredde per provare i guanti. E per coloro che necessitano del massimo isolamento, può valere la pena considerare opzioni ispirate all’alpinismo come Black Diamond Absolute o Outdoor Research Alti.

Il Meglio Per Il Freeride: POW ALPHA GTX
Visualizza a schermo intero
pow-alpha-gore-tex-guanti.jpg
MATERIALE DELLA GUSCIO : Pelle di capra

ISOLAMENTO: PrimaLoft® Gold Insulation

IMPERMEABILE: Sì

PRO: Palmo in pelle inciso Pittards® Oiltac Dragon per un’eccellente durata

CONTRO: i polsini sono sul lato corto

L’Alpha GTX di POW è un vero guanto BADASS. Nel corso degli anni è stato rinnovato alcune volte e anche in questa stagione gli hanno dato alcuni aggiornamenti.

L’esterno in pelle di capra ‘Grado A’, insieme al palmo in pelle inciso Pittards® Oiltac Dragon, renderà questi guanti una parte della tua faretra per molte stagioni a venire.

L’inserto impermeabile in Gore-Tex mantiene le mani asciutte e la fodera in lana merino allontana il sudore più velocemente di quanto si possa dire “POW”.

Sono ancora uno dei guanti da freeride migliori e più caldi in circolazione. Il superbo isolamento PrimaLoft® Gold ha un alto loft sul dorso per il calore ed è a basso profilo sul palmo per una presa sicura. I passanti per i polsi ti impediscono di perdere queste bellezze e i polsini in velcro, sebbene sul lato corto, forniscono un’eccellente tenuta contro l’infiltrazione di neve.

La cerniera impermeabile sul dorso della mano ti consente di mettere un termoforo per quei giorni freddi o di aprirli per una maggiore ventilazione quando sei alla fine di una pala che costruisce uno scarpone da backcountry.

Gli Alpha GTX rimangono un paio di guanti di fascia alta per il powing in backcountry e, sebbene non siano i più economici, valgono sicuramente l’investimento!

Guanti da Neve

Il miglior guanto da sci riscaldato

Guanto riscaldato Lucent Outdoor Research ($ 359)
Guanti per sensori riscaldati Lucent Outdoor ResearchStile del polsino: Guanto
Guscio: Nylon/pelle
Isolamento: sintetico EnduraLoft e sistema ALTIHeat
Cosa ci piace: Efficace riscaldatore a batteria per il massimo calore.
Cosa non ci piace: molto costoso.

Per le condizioni sotto zero o per gli sciatori che non riescono mai a tenere le mani al caldo, una muffola riscaldata può fare al caso tuo. La linea ALTIHeat di Outdoor Research è la più diversificata sul mercato e ci piace di più il loro Lucent Mitten. Per iniziare, il design del guanto ti dà un vantaggio nel calore generale tenendo le dita unite, e la batteria integrata e l’elemento riscaldante ti danno una scarica di calore che un pacco termico non può eguagliare. Premendo il pulsante sul guanto di sfida si passa tra tre impostazioni di calore (bassa, media e alta), ma è importante notare che le impostazioni più alte scaricano la batteria molto più velocemente.

Il più grande impedimento a un design alimentato a batteria come Outdoor Research Lucent Mitten è il prezzo. Comprendiamo che c’è molta tecnologia incorporata per mantenere la batteria funzionante a temperature rigide e ridurre l’ingombro, ma $ 359 è molto per un paio di guanti. Se hai bisogno del massimo calore a tutti i costi, tuttavia, potrebbe valere la pena provare il Lucent. Outdoor Research è leader tra guanti e muffole riscaldati, ma altre opzioni di qualità da considerare includono Power Heater di Hestra e Solano di Black Diamond.

Miglior Guanto Da Donna: OYUKI CHIKA
Visualizza a schermo intero
oyuki-chika-gore-tex-guanti.jpg
MATERIALE DELLA GUSCIO : Pelle di capra

ISOLAMENTO: PrimaLoft® Gold Insulation/PrimaLoft® Grip

IMPERMEABILE: Sì

PRO: Doppio anello da polso per un’eccellente tenuta

CONTRO: Non ideale per condizioni molto fredde

Per tutte voi motocicliste energiche che sono alla ricerca di un guanto alla moda per le vostre avventure in montagna, non cercate oltre!

L’ Oyuki Chika è il tuo equipaggiamento preferito e manterrà le tue mani comode e asciutte mentre tagli la polvere come un vero Samurai.

Il team di progettazione di Oyuki ha davvero intensificato il proprio gioco per questo paio di guanti. L’esterno in pelle di capra di alta qualità resistente all’acqua rende il guanto molto flessibile. Hanno optato per il rinomato leader di mercato nell’isolamento sintetico: 200 g di PrimaLoft® Gold Insulation sulla parte superiore e 133 g di PrimaLoft® Grip nel palmo della tua mano. Per la maggior parte dei motociclisti, questo dovrebbe essere perfetto, ma se le tue mani si raffreddano facilmente o guidi in luoghi estremamente freddi, potresti voler dare un’occhiata a un guanto più caldo.

Il bellissimo sigillo da polso in neoprene, in combinazione con un cinturino in velcro, farà in modo che non entri neve quando stai strappando l’oro bianco.

Questa azienda relativamente sconosciuta merita molta più fama per i suoi eccezionali design e prodotti di alta qualità. Disponibile in tre colori, questo paio di guanti da snowboard farà girare la testa, dentro e fuori le piste.

Il miglior guanto da sci a 3 dita

Guanto grilletto Oyuki Pep GTX ($ 150)
Oyuki Pep Attiva il mio sciStile del polsino: Undercuff
Shell: Leather
Isolamento: sintetico PrimaLoft
Cosa ci piace: costruzione premium a un prezzo ragionevole.
Cosa non ci piace: il design a dita divise non riesce ancora a eguagliare il calore di una muffola.

Oyuki, con sede in Giappone, è un nuovo arrivato sul mercato statunitense, ma ci piace quello che hanno inventato nei Pep Trigger Mitts. Poiché il modello “pro” della loro linea – il freeskier Pep Fujas ha avuto un ruolo nel suo sviluppo – il guanto sottomanico è dotato di tocchi di alta qualità come un guscio in pelle di capra, inserto in Gore-Tex per l’impermeabilità e caldo isolamento PrimaLoft (200 g su il dorso e 133 g sul palmo). E Oyuki ha inchiodato lo stile con un’estetica semplicistica e un divertente paesaggio montano cucito sul dorso imbottito della mano.

Oltre al suo bel design, il Pep si distingue anche come il miglior guanto a dita divise per entrare nella nostra lista per il 2021. Sulla carta, questo concetto ha molto senso: combinando un guanto con uno slot dedicato per il tuo dito indice, ottieni una maggiore efficienza termica rispetto a un guanto standard pur mantenendo la destrezza sufficiente per pizzicare una cerniera o fissare una cinghia del casco. Gli svantaggi sono che il tuo dito indice finisce per essere freddo come sarebbe in un guanto, e la libertà di movimento è ancora inferiore a un normale design a cinque dita. Per le opzioni più tradizionali di Oyuki, la loro collezione Sencho presenta stili sia di guanti che di muffole.

Miglior Isolamento: GUIDA DIAMANTE NERO
Visualizza a schermo intero
black-diamond-guide-gloves.jpg
MATERIALE CALOTTA: Pelle, nylon

ISOLAMENTO: PrimaLoft® Gold Insulation, lana cotta

IMPERMEABILE: Sì

PRO: il polsino generoso va sopra la giacca. Molto caldo

CONTRO: Guanto meno abile in questa recensione

La Guida di Black Diamond ( uomo e donna ) è di gran lunga il guanto più caldo nella nostra recensione. Questo lo rende il candidato perfetto per quei giorni artici, o per le persone le cui mani si raffreddano facilmente.

Per la fodera rimovibile, i bravi ragazzi di Black Diamond hanno utilizzato 170 g di PrimaLoft® Gold sul palmo e sull’interno delle dita. Hanno poi sostenuto questo con una lana cotta alta sul dorso della mano, fornendoti il ​​miglior difensore della natura contro il freddo. Il rivestimento è tenuto in posizione con velcro, assicurandosi che non fuoriesca quando non lo desideri.

L’esterno del guanto utilizza un guscio in nylon elastico con rinforzi in pelle di capra sul palmo, nelle aree in cui è davvero importante. Un inserto in Gore-Tex tiene fuori l’acqua, anche nelle condizioni più estreme. Il polsino generoso va sopra la giacca e si chiude facilmente con un cinturino, anche con le mani guantate. E le tue nocche sono ben protette grazie all’imbottitura in schiuma EVA incorporata.

Tutto questo isolamento e protezione è fantastico, ma significa che dovrai scendere a compromessi sulla destrezza. Anche se dovrebbe migliorare una volta che si rompono un po’ i materiali.

Nel complesso, il Black Diamond Guide è un guanto da sci molto caldo e professionale che offre un’abbondanza di isolamento per quei giorni super freddi.

Il meglio del resto

Guanto guida Black Diamond ($ 170)
Guanto guida Black DiamondStile del polsino: Guanto
Esterno: Nylon/pelle
Isolamento: PrimaLoft One sintetico, lana
Cosa ci piace: Molto caldo, di lunga durata e confortevole.
Cosa non ci piace: ci vuole un po’ di tempo per irrompere; destrezza sotto la media.

Il guanto Black Diamond’s Guide è leggendario tra gli sciatori hardcore per il suo impressionante calore e durata. È vicino al top in termini di protezione delle mani in questo elenco e, a differenza dell’Hestra Helis sopra, il design è completamente impermeabile con un inserto in Gore-Tex. All’interno del suo esterno molto resistente, Black Diamond utilizza sia la lana sintetica PrimaLoft che la lana cotta spessa nella fodera rimovibile per l’isolamento. Se le tue mani sono costantemente fredde o scii in condizioni gelide, la Guida è difficile da battere.

L’aspetto negativo di tutto questo materiale è che la guida BD può richiedere del tempo per entrare in vigore. E anche dopo alcuni anni di uso costante, il nostro non ha ancora la flessibilità che si ottiene immediatamente con gli Hestra Helis che sono ugualmente caldi (uno svantaggio del rivestimento in Gore-Tex). È un compromesso che molti sono disposti a fare, tuttavia, e il Guide è tra i guanti da sci più popolari sul mercato. Se corri caldo o esci solo in condizioni miti, puoi risparmiare denaro optando per un guanto con un isolamento più leggero e una migliore destrezza, come l’Outdoor Research Arete o il Marmot Randonnee di seguito.

Il Meglio Con Un Budget: BURTON GORE-TEX
Visualizza a schermo intero
burton-gore-tex-gloves.jpg
MATERIALE DELLA GUSCIO : tessuto a 2 strati DryRide™

ISOLAMENTO: Isolamento Thermacore®

IMPERMEABILE: Sì

PRO: Guanto Gore-Tex molto conveniente

CONTRO: il materiale utilizzato nel palmo è meno resistente della pelle

Il Burton Gore-Tex ( uomo e donna ) ha tutto ciò di cui hai bisogno in un guanto e con un prezzo molto conveniente.

L’isolamento Thermacore® mantiene le tue dita belle e calde durante le fredde corse in seggiovia. E grazie all’inserto in Gore-Tex, le tue mani rimangono asciutte e comode per tutta la giornata. Fortunatamente la fodera interna elastica è rimovibile, quindi puoi lavarla e avere guanti puliti ogni volta che scendi sulle piste!

L’esterno a 2 strati è realizzato con il tessuto DryRide™ di Burton, resistente all’abrasione e idrorepellente. Il palmo è realizzato in Toughgrip™, un materiale poliuretanico che assicura che qualunque cosa prendi, la possiedi.

La tasca nascosta sul retro ti consente di creare un po’ di ventilazione nelle calde giornate primaverili o di aggiungere un pacchetto di calore quando inizia a diventare pungente, rendendo questo guanto estremamente versatile.

Completamente compatibile con il touchscreen, questo guanto articolato è una scelta perfetta per quando il tuo budget è limitato o quando vuoi portarne un paio di scorta.

Guanti da Neve

Guanto Dakine Titan ($ 70)
Guanto Dakine Titan GTXStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: poliestere
Isolamento: sintetico high-loft
Cosa ci piace: caldo, completo e ad un ottimo prezzo.
Cosa non ci piace: non così duro o abile come il Gordini sopra.

Anno dopo anno, il Titan di Dakine e il Sequoia specifico per le donne sono i più venduti tra la folla del resort. La logica è semplice: offrono un calore senza fronzoli, il giusto mix di funzionalità per un uso stagionale e un ottimo prezzo. Con un sostanziale riempimento sintetico nel guscio e una fodera rimovibile sorprendentemente spessa, sono isolati quanto i guanti nella fascia di prezzo inferiore a $ 100. E Dakine ha inchiodato i dettagli con una chiusura a guanto facile da regolare, tasca con cerniera sul dorso della mano per aggiungere un pacco termico e compatibilità touchscreen sulla fodera.

Cosa c’è che non va di Dakine Titan e Sequoia? Hanno lo stesso prezzo del Gordini Storm Trooper sopra e offrono calore paragonabile, ma sono un po’ inferiori in termini di qualità dei materiali e destrezza. Il loro guscio in poliestere è un po’ più incline ad assorbire l’umidità rispetto al robusto tessuto di Gordini, e noi preferiamo il palmo più aderente dello Storm Trooper. Inoltre, la spessa fodera di Titan e Sequoia rende difficile tenere piccoli oggetti come una cerniera, anche se è ancora facile mantenere una presa solida su un bastoncino da sci. Per ancora più calore (ma anche meno destrezza), dai un’occhiata alle versioni a manopole di Titan e Sequoia.

Miglior Destrezza: ARC’TERYX FISSION SV
Visualizza a schermo intero
arcteryx-fission-sv-gloves.jpg
MATERIALE DELLA GUSCIO: nylon/elastan, pelle di capra premium

ISOLAMENTO: Isolamento PrimaLoft® Gold/Isolamento PrimaLoft® Silver

IMPERMEABILE: Sì

PRO: Il guanto più abile in questa recensione

CONTRO: è il guanto più costoso in questa recensione

Arc’teryx è sinonimo di attrezzatura outdoor di alta qualità. E i guanti Fission SV sono un altro esempio della loro maestria.

Nella terminologia di Arc’teryx, SV sta per “severo”, ed è esattamente ciò che questi guanti possono gestire; sono progettati per proteggerti dagli ambienti più difficili che l’uomo conosca.

L’esterno di Fission SV è realizzato in Fortius™ 1.0. Si tratta di un tessuto softshell in nylon/elastan elasticizzato a quattro vie che consente la massima destrezza, consentendo anche al sudore di fuoriuscire rapidamente. Questo è in aggiunta a un inserto Gore-Tex Active, che fornisce un’impermeabilità seria pur mantenendo il più alto grado di traspirabilità sul mercato oggi. Tutto sommato questi materiali dovrebbero fare un lavoro epico nel mantenere le mani asciutte e calde.

Un isolamento PrimaLoft® Silver da 200 g sulla parte superiore e un isolamento PrimaLoft® Gold da 133 g sul palmo forniscono un’ampia ritenzione di calore, senza compromettere la destrezza.

Rivestimenti in pelle di capra premium assicurano che tu possa goderti questi cattivi ragazzi per molte stagioni a venire. E questa è una buona cosa, dal momento che sono il paio di guanti da snowboard più costosi in questa recensione!

I guanti Arc’teryx Fission SV offrono prestazioni di prim’ordine. Sono costruiti per mantenere le mani calde e asciutte, pur fornendo la destrezza necessaria per usare la fotocamera, regolare gli occhiali, fare prese epiche… e tutte le altre cose per cui le mani sono fatte.

Area di ricerca all’aperto ($ 98)
Guanti da neve Outdoor Research AreteStile del polsino: Guanto
Guscio: Nylon
Isolamento: Fleece
Cosa ci piace: Super impermeabile, grande destrezza e prezzo.
Cosa non ci piace: Scendere al caldo.

La neve nel nord-ovest del Pacifico può essere bagnata e pesante, quindi non sorprende che Outdoor Research con sede a Seattle produca guanti da sci robusti e impermeabili. Il loro popolare modello Arete è un’ottima scelta nella fascia di prezzo di $ 100 con un guscio in nylon resistente (O ha rinforzato ancora di più il design della cucitura in un aggiornamento lo scorso inverno), inserto in Gore-Tex e sensazione di leggerezza. Abbiamo un paio di stagioni di utilizzo in resort e backcountry sotto la nostra cintura con il guanto e abbiamo scoperto che è un’opzione versatile che fa un buon lavoro bilanciando protezione e comfort.

Per il prezzo, l’Arete è un forte concorrente della Marmot Randonnee di seguito. Entrambi offrono un calore decente, una buona destrezza (il Marmot ha un leggero vantaggio) e sono ben costruiti. Preferiamo la costruzione flessibile della Randonnee, ma il suo guscio sottile è più incline ad assorbire l’umidità e non è resistente come l’Arete in generale. Alla fine, entrambe sono opzioni di qualità e una decisione tra le due potrebbe dipendere dallo stile: la fodera della Randonnee è più morbida ma fissa, mentre l’Arete ha una fodera sottile e rimovibile. Per la folla dello scialpinismo, il design 3 in 1 di Arete lo rende l’opzione preferita.

Migliore Durata: HESTRA ARMY LEATHER GORE-TEX
Visualizza a schermo intero
hestra-esercito-pelle-gore-tex-guanti.jpg
MATERIALE CALOTTA: Nylon, Pelle

ISOLAMENTO: PrimaLoft® Gold Insulation

IMPERMEABILE: Sì

PRO: Guanto molto resistente. Con la cura adeguata durerà molte stagioni

CONTRO: poca destrezza che rende difficile maneggiare oggetti come il telefono

Hestra è famosa per i suoi guanti di alta qualità e resistenti. Dopotutto, il marchio svedese progetta e produce guanti da oltre 80 anni e scommetto che dopo tanti anni hanno imparato un paio di cose su come realizzare guanti fantastici che durino nel tempo.

L’ Army Leather GTX è un guanto Gore-Tex resistente e completamente impermeabile realizzato per essere indossato su ripide arrampicate rocciose su per la montagna alla ricerca di quelle piste nascoste, fuori nel backcountry.

L’esterno in nylon a 3 strati Triton è rinforzato con la pelle di capra trattata appositamente da Hestra. Originariamente utilizzati per realizzare guanti militari, la loro pelle di capra dell’esercito resiste alle condizioni esterne più difficili. Quindi, fintanto che fornisci la cura adeguata per la pelle, questi guanti dovrebbero durare molti, molti anni.

Sono completati da una serie delle solite caratteristiche, tra cui guinzagli elastici, chiusura a strappo in velcro e un’accogliente fodera in pile per un calore spettacolare. Oh, e anche il moschettone incluso per appenderlo a secco è un bel tocco. Si noti che sono disponibili anche in una versione con polsino corto .

Nel complesso questi guanti sono una scelta eccellente per le persone che amano poter dipendere dalla propria attrezzatura, le cui mani si raffreddano facilmente o che amano guidare in condizioni artiche.

Guanto Flylow Gear Ridge ($ 50)
Guanti da sci in pelle FlyLow RidgeStile del polsino: Undercuff
Shell: Pelle
Isolamento: Fleece
Cosa ci piace: Più caldo dei Kincos e sono pronti per uscire dalla scatola.
Cosa non ci piace: abbiamo ancora bisogno di cure dopo un po’ di utilizzo.

Ci dispiace dirlo, ma a meno che tu non sia un vero fai-da-te, questi guanti in pelle Flylow hanno più senso dei classici Kincos qui sotto. Invece di un intenso regime di ceretta, Flylow toglie quel dolore facendolo per te, con due applicazioni di Sno-Seal e tre viaggi al forno, che aiuta a compensare la differenza di prezzo aggiuntiva del loro guanto. Il Ridge dispone anche di un isolamento sintetico che è più caldo e non si riempirà velocemente come i Kincos.

I Flylow Ridge sono ottimi guanti da resort e backcountry per chiunque abbia un budget limitato e tendono ad essere abbastanza resistenti e traspiranti, tutto sommato. Per quanto riguarda gli aspetti negativi, non sono i più caldi disponibili e la mancanza di una membrana impermeabile può essere un problema in aree note per la neve costantemente bagnata (dovrai assicurarti di rinfrescare il rivestimento se noti che i guanti iniziano ad assorbire umidità). Ma queste sono piccole lamentele considerando il prezzo. Per tutti gli scettici sui guanti da lavoro in pelle là fuori: non urtarli finché non li provi.

Hestra Fall Line 3 dita ($ 160)
Guanti da sci Hestra Fall Line 3 ditaStile del polsino: Undercuff
Shell: Leather
Isolamento: Foam
Cosa ci piace: sensazione di guanto da lavoro e aspetto fantastico.
Cosa non ci piace: non così caldo o impermeabile.

Non troverai un guanto da sci più bello degli Hestra Fall Line 3-Finger. Questo design interamente in pelle con sottomanica con cuciture a vista è un’opera d’arte. È un grande tributo alla lunga storia di Hestra nella produzione di guanti e, oltre allo sci, il modello Fall Line 3-Finger e il modello di guanti standard sono tra le nostre opzioni preferite per l’uso quotidiano e il lavoro in inverno. È vero che la Fall Line non è per tutti poiché il calore e la resistenza all’acqua sono notevolmente inferiori all’Oyuki Pep sopra (è meglio per le giornate miti o per quelle che fanno un po’ di caldo), ma non troverai un guanto migliore. Periodo.

Una piccola svista di design che abbiamo notato è che quando chiudiamo il polsino, c’è una discreta quantità di cinturino in eccesso che pende dall’estremità. Se non hai i polsi piccoli questo non dovrebbe essere un problema, ma il cinturino allentato occasionalmente si impigliava nella manica della giacca ed era un piccolo fastidio. Ma questo ha fatto ben poco per smorzare il nostro entusiasmo per la Fall Line, che bilancia abilmente comfort, destrezza e un aspetto e una sensazione premium.

Guanto Showa 282 TemRes ($ 18)
Guanti da sci Showa 282 TemResStile del polsino: Undercuff
Shell: poliuretano
Isolamento: fodera in acrilico
Cosa ci piace: guanti impermeabili e traspiranti per il backcountry per $ 20.
Cosa non ci piace: aspetto strano e polsino non regolabile.

Scegliere il giusto guanto da sci di fondo può essere un processo complicato, ma un modello che sta iniziando a separarsi dallo zaino è il 282 TemRes di Showa. Non lasciarti ingannare dal nome strano e dal cartellino del prezzo di $ 20: questo è un guanto davvero capace. È estremamente impermeabile ma sorprendentemente traspirante, ha una fodera in morbido pile ed è abbastanza caldo da mantenerti comodo in discesa. Inoltre, il TemRes è abbastanza versatile e la sua eccellente destrezza e la struttura aderente lo hanno reso una scelta popolare per tutto, dall’arrampicata su ghiaccio alle attività invernali di tutti i giorni.

Se vuoi un design impermeabile per il touring, il TemRes è piuttosto difficile da battere, anche se non aspettarti di vedere troppi di questi guanti blu nel tuo resort locale. In particolare, l’isolamento acrilico non è destinato a un uso a bassa potenza e giorni sotto lo zero, quindi farà abbastanza freddo quando sei seduto su una seggiovia a movimento lento. Inoltre, il polsino aperto all’estremità non può essere sigillato o regolato, il che influisce sull’efficienza del riscaldamento e sul comfort. E un’ultima nota sulla vestibilità: è noto che il TemRes veste piccolo, quindi è meglio aumentare di una taglia.

Guanti Super Flylow Gear ($ 90)
Guanti Super FlylowStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: pelle, nylon
Isolamento: sintetico PrimaLoft
Cosa ci piace: ottimo prezzo per un guanto caldo e abile.
Cosa non ci piace: qualità costruttiva più economica e non eccezionale nell’impermeabilizzazione.

Flylow ha costruito la sua reputazione nel mondo dei guanti attorno a semplici design in pelle che sono stati pre-rivestiti (e cotti) con Sno-Seal, ma hanno intensificato il loro gioco con la nuova linea Super. Offerto in entrambi i modelli di guanti e muffole, il Super è sostanzialmente più caldo e più protettivo rispetto al loro Ridge sopra con isolamento sintetico PrimaLoft da 240 grammi lungo il dorso della mano e una fodera impermeabile. Ma un PrimaLoft da 100 grammi più leggero sul davanti e una pelle di cinghiale flessibile si combinano per offrire un’eccezionale destrezza, anche nella versione a muffola (il guanto è altrettanto impressionante). A soli $ 90, il Super colpisce ben al di sopra della sua fascia di prezzo sia in termini di calore che di comfort a tutto tondo.

I compromessi sono inevitabili nel contenere i costi e alcuni dei dettagli sul Super non sono all’altezza dei nostri progetti più votati sopra. In particolare, la fibbia a scala in plastica e la fettuccia che si stringono intorno al polso hanno una sensazione economica e possono allentarsi durante il giorno (è comunque una soluzione facile da stringere). E ti perdi una scarpetta Gore-Tex collaudata per prestazioni affidabili e a lungo termine in condizioni di bagnato. Se dai la priorità al calore e alla protezione, pensiamo che il Mercury Mitt di BD sopra sia un’opzione migliore, ma il Flylow è ancora abbastanza accogliente, ha una migliore libertà di movimento e ti fa risparmiare $ 20 piuttosto sostanziosi.

Guanto Marmot Randonnee ($ 100)
Guanti da neve Marmot RandoneeStile del polsino: Guanto
Guscio: Nylon
Isolamento: Thermal R sintetico
Cosa ci piace: Destrezza e comfort a un ottimo prezzo.
Cosa non ci piace: non così caldo come le opzioni sopra.

Sono le piccole cose che rendono grande un guanto da sci. Il Marmot Randonnee è un esempio calzante e uno dei nostri guanti preferiti al prezzo di $ 100. La pelle aderente copre il palmo e il lato inferiore delle dita e la destrezza è eccellente, appena al di sotto del molto più costoso Arc’teryx Rush SV di seguito. Il guscio in nylon che copre il dorso della mano non è resistente come il nostro Heli, ma la sua struttura sottile respira discretamente bene e ti offre un’eccellente mobilità.

Per il prezzo e l’uso previsto, ottieni i livelli di calore previsti, che si traducono in un passo indietro rispetto alla nostra scelta migliore. Gli sciatori attivi e di backcountry apprezzeranno un po’ meno isolamento, da cui il nome Randonnee, ma preferiremmo che la fodera fosse rimovibile per renderla più adattabile a una gamma di temperature come l’Arete sopra. Ma torniamo a quelle piccole cose: dettagli come interni lussuosi, chiusura a guanto facile da usare, dita precurvate e una comoda salvietta per il naso lo rendono un’opzione forte in un campo affollato.

Arc’teryx Rush SV ($ 399)
Guanto da sci Arc’teryx Rush SVStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: Gore-Tex/pelle a 3 strati
Isolamento: pile Polartec
Cosa ci piace: a prova di bomba e altamente abile.
Cosa non ci piace: eccessivo per la maggior parte degli sciatori.

Costruito come una giacca hardshell premium, l’Arc’teryx Rush SV è l’unico guanto nell’elenco a utilizzare Gore-Tex a 3 strati (altri hanno solo un inserto impermeabile). Ciò fornisce una protezione dagli agenti atmosferici fenomenale, aumenta la traspirabilità e riduce al minimo l’ingombro. Aggiungi un taglio sartoriale di alta qualità e un rivestimento in pelle sulle dita e sul palmo e ottieni la destrezza, la presa e il comfort migliori della categoria. Il Rush SV non è il guanto più caldo della nostra lista, ma la fodera in pile Polartec Hi Loft rimovibile e la struttura robusta lo rendono ideale per le esplorazioni in backcountry.

Amiamo il bel design e la funzionalità dell’attrezzatura Arc’teryx, ma nel mondo dei guanti da sci, il Rush SV è eccessivo per la maggior parte delle persone. A $ 399, il guanto è $ 229 in più rispetto alla Black Diamond Guide sopra senza abbastanza extra da mostrare per lo sciatore medio che fa freddo. Ma se dai la priorità alla destrezza per l’utilizzo di strumenti di backcountry e o desideri il guanto più resistente in circolazione, il Rush SV potrebbe valere l’investimento. Per le opzioni più tradizionali su pista di Arc’teryx, dai un’occhiata al loro guanto e guanto Fission SV.

Guanto Futurelight The North Face Montana ($ 70)
The North Face Montana Futurelight muffoleStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: Nylon/pelle sintetica
Isolamento: sintetico Heatseeker
Cosa ci piace: muffole flessibili e facili da usare.
Cosa non ci piace: non è caldo come i guanti Mercury.

I Montana Mittens di The North Face sono un ottimo modo per stare al caldo a temperature moderate con un budget limitato. Questi guanti impermeabili estremamente popolari sono sorprendentemente abili, caratterizzati da un esterno leggero che è abbastanza flessibile e afferra abbastanza bene oggetti come tiretti delle cerniere o fibbie degli stivali (meglio del Black Diamond Mercury sopra). Inoltre, è facile regolare la vestibilità e sigillare il freddo con il polsino del guanto di sfida e la fibbia di blocco della scala sul dorso della mano. Per il 2021, The North Face ha sostituito la vecchia scarpetta Gore-Tex con il suo inserto interno Futurelight meno collaudato, ma le prime indicazioni sono che dovrebbe comunque offrire una solida impermeabilità.

Il lato negativo della destrezza di The North Face Montana è il calore. I guanti hanno un isolamento leggero da 100 grammi lungo il palmo e, nonostante l’utilizzo di materiale sintetico da 200 grammi molto più pesante lungo il dorso della mano, non raggiungono il mercurio in termini di calore totale. Dovrebbero comunque essere molto comodi per la maggior parte delle persone purché le temperature non scendano troppo, ma coloro che cercano la massima protezione dovrebbero passare ai BD. The North Face produce anche il Montana i

Guanto Futurelight The North Face Montana ($ 70)
The North Face Montana Futurelight muffoleStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: Nylon/pelle sintetica
Isolamento: sintetico Heatseeker
Cosa ci piace: muffole flessibili e facili da usare.
Cosa non ci piace: non è caldo come i guanti Mercury.

I Montana Mittens di The North Face sono un ottimo modo per stare al caldo a temperature moderate con un budget limitato. Questi guanti impermeabili estremamente popolari sono sorprendentemente abili, caratterizzati da un esterno leggero che è abbastanza flessibile e afferra abbastanza bene oggetti come tiretti delle cerniere o fibbie degli stivali (meglio del Black Diamond Mercury sopra). Inoltre, è facile regolare la vestibilità e sigillare il freddo con il polsino del guanto di sfida e la fibbia di blocco della scala sul dorso della mano. Per il 2021, The North Face ha sostituito la vecchia scarpetta Gore-Tex con il suo inserto interno Futurelight meno collaudato, ma le prime indicazioni sono che dovrebbe comunque offrire una solida impermeabilità.

Il lato negativo della destrezza di The North Face Montana è il calore. I guanti hanno un isolamento leggero da 100 grammi lungo il palmo e, nonostante l’utilizzo di materiale sintetico da 200 grammi molto più pesante lungo il dorso della mano, non raggiungono il mercurio in termini di calore totale. Dovrebbero comunque essere molto comodi per la maggior parte delle persone purché le temperature non scendano troppo, ma coloro che cercano la massima protezione dovrebbero passare ai BD. The North Face produce anche il Montana in uno stile di guanto standard leggermente meno isolato, ma ancora più popolare.

Leggenda del diamante nero ($ 150)
Guanto da sci Black Diamond Legend (2017-2018)Stile del polsino: Undercuff
Shell: Nylon/pelle
Isolamento: sintetico PrimaLoft
Cosa ci piace: struttura funzionale interamente in pelle, grande destrezza.
Cosa non ci piace: la pelle assorbe l’umidità e diventa fredda.

Black Diamond’s Legend si rivolge al pubblico dei touring con un design isolante, impermeabile e principalmente in pelle a basso profilo che si adatta sotto i polsini di una giacca da sci. Il guanto bilancia perfettamente protezione e peso con l’imbottitura sintetica PrimaLoft di alta qualità e un guscio in Pertex resistente all’acqua lungo il dorso della mano. Infine, la vestibilità e la finitura sono un passo avanti rispetto ai nostri precedenti guanti Legend, che erano eccessivamente rigidi e non erano all’altezza degli Hestra premium di cui sopra.

Nonostante il pannello di nylon lungo il dorso della mano e una fodera in Gore-Tex, abbiamo scoperto che le Legend non eccellono sulla neve bagnata. Durante una stagione di sci di fondo e resort nella Columbia Britannica e nello Stato di Washington, le sezioni in pelle del guanto si sono bagnate in diverse occasioni e sono diventate notevolmente fredde (si comportano molto meglio nei giorni di neve asciutta). Tra i lati positivi, il Legend ha un ottimo sistema di chiusura, che si allunga ed è facile da fissare.

Guanto Burton Gore-Tex ($ 70)
Guanti da neve Burton Gore-TexStile del polsino: Guanto di protezione
Esterno: Nylon/pelle
Isolamento: sintetico Thermacore
Cosa ci piace: una scelta di grande valore per gli sciatori dei resort.
Cosa non ci piace: non è così caldo e non è così preciso.

Per gli sciatori di resort che non vogliono spendere una tonnellata in guanti, il Burton Gore-Tex è una buona scelta. Questo guanto fa praticamente tutto ciò di cui hai bisogno per rimanere asciutto e comodo: è ragionevolmente caldo (e include una tasca con cerniera per infilare uno scaldamani), ha una struttura robusta e una cinghia lungo il dorso della mano per regolare la vestibilità. Burton include anche fodere sottili rimovibili e che possono funzionare indipendentemente come guanti da trekking o da corsa per la stagione delle spalle.

A cosa rinunci scegliendo un guanto più conveniente? Per uno, molte delle opzioni di cui sopra sono più calde e il Burton Gore-Tex non può competere in libertà di movimento. E mentre ci piace l’inclusione di un guanto di fodera, non si adatta bene allo scafo come le scelte premium come Hestra Heli e Black Diamond Guide. Infine, ciò che fa cadere il Burton verso la parte inferiore della nostra lista – e sotto il Gordini e il Dakine dal prezzo simile sopra – è la sua qualità costruttiva: la chiusura del guanto è soggetta ad allentarsi e il materiale del palmo sembra economico e non aderisce bene come la pelle .

Guanto Swany X-Cell ($ 170)
Guanto da sci Swany X-Cell II (2017-2018)Stile del polsino: Guanto
Guscio: Pelle
Isolamento: Sintetico
Cosa ci piace: Il giusto mix di caratteristiche per l’uso nei resort.
Cosa non ci piace: non così ben fatto o caldo come l’Hestra Heli.

L’X-Cell di Swany non è affatto un guanto nuovo, ma il suo design classico è stato lodato nel corso degli anni per la sua abilità nello sci resort. Realizzato con una pelle resistente che copre il dorso della mano e un palmo rinforzato, l’agile Swany rende facile afferrare una cerniera su una giacca o tenere i bastoncini da sci completamente inclinati. Il guanto di sfida sull’X-Cell non è così semplice da utilizzare come la Black Diamond Guide sopra, ma è funzionale e fa un ottimo lavoro sigillando la neve e le raffiche di vento freddo.

Cosa spinge lo Swany X-Cell in fondo alla nostra lista? Per il suo prezzo consigliato di $ 170, diamo il vantaggio di Hestra Heli e BD Guide sopra in termini di calore, inoltre il rivestimento fisso di X-Cell è meno adattabile e più lento ad asciugare rispetto a un design rimovibile. Lo Swany farà sicuramente il trucco per la maggior parte dei giorni di sci, ma è in circolazione da abbastanza tempo che il prezzo dovrebbe essere abbassato per rimanere competitivo (in effetti, il prezzo in realtà è aumentato di $ 5 per questo inverno). Se riesci a trovarlo in vendita, tuttavia, l’X-Cell è un guanto completo per il divertimento in discesa.

Guanto in pelle di cinghiale Kinco ($ 19)
Guanti in pelle KincoStile del polsino: Undercuff
Shell: Canvas/pelle
Isolamento: nessuno
Cosa ci piace: prestazioni affidabili, prezzo ultra basso.
Cosa non ci piace: Calore limitato (pensa agli scaldamani o ai guanti di fodera)

Kinco ha iniziato la mania dei guanti da sci in pelle negli anni ’80 e non sarebbe un elenco corretto senza includerli qui. Per seguire una lunga serie di sciatori e dipendenti del resort, basta buttare giù i 20 dollari o giù di lì per cui questi guanti stavano vendendo al momento della stampa, comprare un po’ di Sno-Seal per condizionare la pelle e renderla più resistente all’acqua (finire il lavoro con un asciugacapelli, se possibile), e sciare fino a quando non si è contenti.

Non troverai un’opzione di guanto più economica rispetto ai Kincos e questo sistema funziona sorprendentemente bene se le condizioni non sono troppo fredde o umide. È meglio passare a un design più impermeabile nella neve bagnata del nord-ovest del Pacifico, ma i guanti sono perfetti per le aree con neve asciutta come il Colorado e lo Utah. Non dimenticare di prendere un PBR al lodge per completare il tuo abbigliamento e, come da tradizione, ritirarli alla fine della stagione e ripetere.

CONSIGLI PER L’ACQUISTO DI GUANTI DA SNOWBOARD

Guanti Contro Muffole
La domanda da un milione di dollari. E la risposta è piuttosto semplice. I guanti tendono ad essere più caldi dei guanti perché quando le dita sono unite generano più calore. Ma i guanti mancano della destrezza. I guanti sono preferiti quando devi maneggiare attrezzi come chiudere gli attacchi e il casco, regolare gli occhiali, maneggiare le cerniere, ecc. Tuttavia, non sono caldi come i guanti.

Alcuni marchi hanno accettato questa sfida e hanno ideato un nuovo design: l’aragosta o il guanto a 3 dita. Questo è un guanto/guanto in cui il pollice e l’indice sono separati e il resto è messo insieme.

Guanti contro Muffole
I guanti da sci sono la scelta classica per lo sci resort e backcountry e rimangono i più popolari, ma i guanti possono essere una valida alternativa. Nel confrontare i due, i guanti vincono con un ampio margine di destrezza. Se hai bisogno di prendere un pass per l’ascensore dalla tasca con cerniera, buona fortuna a toglierlo senza rimuovere i guanti. È anche più facile e sembra molto più naturale mantenere una buona presa su un bastoncino da sci o regolare gli scarponi o gli attacchi con i guanti. Ma mentre tocchiamo nella sezione “calore” di seguito, non c’è semplicemente alcun sostituto per un guanto pesantemente isolato. Offrono livelli di calore imbattibili.

Un’ultima alternativa è il guanto a 3 dita (chiamato anche grilletto o guanto a dita divise), che tenta di riunire gli attributi dei modelli di guanti e muffole. In questi guanti, l’indice e il pollice hanno le loro fessure mentre le dita rimanenti si stringono insieme per riscaldarsi. Non raccomandiamo spesso questo stile (l’ Oyuki Pep GTX sopra è un’eccezione) perché abbiamo scoperto che liberare il dito indice non è un’enorme differenza per la destrezza e quel dito finisce altrettanto freddo come sarebbe essere in un guanto standard. In questo caso, non si tratta veramente del meglio di entrambi i mondi.

Dimensionamento

Trovare la taglia giusta può essere complicato. Quando acquisti un nuovo paio, assicurati di avere un po’ di spazio a portata di mano. Se li acquisti troppo piccoli, il tessuto crea un punto di pressione sulla punta delle dita, che impedirà una circolazione sanguigna ottimale, finendo con le dita fredde. In caso di dubbio, è consigliabile ridimensionare e utilizzare un ulteriore rivestimento sottile.

Materiali per guanti e muffole: pelle vs. sintetico

I guanti e le muffole da sci sono realizzati con due tipi di materiali generali: sintetico e pelle. Dando un’occhiata alla tabella sopra, noterai che molti guanti utilizzano entrambi i materiali, giocando sui rispettivi punti di forza, quindi non è sempre una questione di esclusività. Ma sapere a cosa serve ogni materiale fa molto per trovare il guanto ideale.

Tipi Di Isolamento

DOWN: Il piumino d’oca è il miglior isolante sul mercato. Sfortunatamente, non fa molto bene il suo lavoro quando è bagnato. Pertanto è raramente utilizzato nei guanti e nelle muffole da snowboard.

SINTETICI: L’isolamento sintetico, d’altra parte, si comporta bene in condizioni di umidità. PrimaLoft® è il punto di riferimento in termini di prestazioni di tutti gli isolanti sintetici. È un materiale isolante termico in microfibra brevettato che è stato sviluppato per l’esercito degli Stati Uniti negli anni ’80.

Alcuni guanti o muffole hanno una fodera rimovibile. Questi sono spesso chiamati 3-in-1. Puoi indossare solo il guscio nelle giornate più calde quando vuoi protezione dalla pioggia o dalla neve, o solo la scarpetta quando fa freddo e asciutto. Nei giorni in cui fa freddo puoi indossarli combinati.

I
guanti da sci in pelle sono resistenti, estremamente comodi e talvolta più economici dei sintetici. Dalle Hestra premium alle opzioni economiche come il Flylow Gear Ridge , hanno una sensazione molto più naturale e di solito sono più flessibili e agili di un sintetico comparabile. Il più grande svantaggio è la protezione dall’umidità. La pelle, e in particolare la pelle trattata, è resistente all’acqua e può resistere a un’umidità da leggera a moderata. Ma alla fine si impregneranno in condizioni di bagnato. Per rimanere asciutti e prolungare la durata dei tuoi guanti da sci in pelle, prova Sno-Seal o un altro trattamento impermeabilizzante in cera.

La
pelle sintetica (nylon e poliestere) ha avuto una rinascita, ma la maggior parte dei guanti da sci utilizza ancora un guscio sintetico. Nella fascia media, compreso ilOutdoor Research Arete , troverai gusci di nylon resistenti ma flessibili che respingono neve, vento e condizioni di freddo. I guanti sintetici più economici spesso utilizzano un guscio in poliestere meno flessibile che non regge bene all’umidità e può sembrare ingombrante. Con entrambi i tipi di guscio, spesso viene incorporato un inserto impermeabile tra l’esterno e l’isolamento. La pelle ha i suoi vantaggi, ma i guanti sintetici offrono i più alti livelli di impermeabilità. Per ottenere il meglio da entrambi i mondi, molti guanti sintetici aggiungono pelle o pelle sintetica sul palmo e sulle dita per presa e destrezza.

Impermeabilità

Tenere le mani asciutte è fondamentale se vuoi avere mani calde. Ecco perché guanti impermeabili o muffole sono un pezzo importante della tua attrezzatura. Ma non si ferma qui. Fare qualcosa di impermeabile non è troppo difficile. Dopotutto, un paio di guanti per la pulizia è perfettamente impermeabile. Il trucco è anche renderlo traspirante per evitare che il sudore si accumuli all’interno.

Molti produttori utilizzano un inserto impermeabile e traspirante, come Gore-Tex, ma molti offrono anche la propria tecnologia, come HyVent di The North Face. È fondamentalmente uno strato sottile, tra l’isolamento e l’esterno, che impedisce l’ingresso di gocce d’acqua (pioggia, neve), mentre consente al vapore acqueo (sudore) di fuoriuscire.

Calore
Se sei incline alle dita fredde come me, o vivi in ​​una zona con temperature rigide come il nord-est, probabilmente hai trovato un po’ impegnativo acquistare guanti da sci. La maggior parte dei guanti da sci sotto i 100 dollari non sono abbastanza caldi per stare comodi sulla seggiovia quando la temperatura scende sotto i 20 °C. Alla fine, ho scoperto che guanti più costosi come Black Diamond Guide e Hestra Heli offrono il calore di cui ho bisogno. Al contrario, se corri al caldo o scii in condizioni miti di bluebird, puoi risparmiare un po’ di soldi con un guanto meno isolante come il Marmot Randonnee o il Burton Gore-Tex.

Stile Del Polsino

La cosa più importante è tenere la neve fuori dalla giacca e dai guanti o dalle muffole. Fondamentalmente, guanti e muffole sono progettati per andare sotto il polsino della giacca o sopra.

OVER THE CUFF (noto anche come “GAUNTLET”): forniscono la migliore protezione dalla neve e dal freddo che si insinuano, poiché passano sopra la manica della giacca e hanno un cordino con un cinch per una perfetta tenuta.

SOTTO IL POLSO: Meno ingombranti, offrono una migliore mobilità al polso e sono richiudibili con cerniera o velcro. Funzionano al meglio in combinazione con una chiusura in velcro sui polsini della giacca.

I guanti sono isolati in un’ampia gamma di modi, dal pile all’imbottitura sintetica, quindi è difficile stabilire esattamente quanto sarà caldo un guanto senza prima provarlo. Alcune indicazioni includono il peso del sintetico (elencato in grammi) e la qualità. PrimaLoft è il leader per il calore elevato ed è popolare su molti guanti di fascia alta. Alcuni dei modelli più caldi utilizzano un mix di isolamento: la Black Diamond Guide ha un’imbottitura PrimaLoft da 170 grammi e una morbida lana cotta nella fodera. Per un calore assoluto, ci rivolgiamo alle muffole, che riscaldano in modo più efficiente premendo le dita l’una contro l’altra. Alcuni sciatori potrebbero perdere il controllo che si ottiene con ogni dito che stringe il bastoncino da sci , ma potrebbe valerne la pena.

Caratteristiche Aggiuntive

PALME IN PELLE: i guanti di buona qualità usano spesso pelle di capra nei palmi delle mani. La pelle di capra è superiore ad altri tipi di pelle perché la lanolina naturale nella pelle rende la pelle molto elastica, resistente all’acqua e all’abrasione. Il materiale è eccellente per i compiti che richiedono una manualità fine.

Ricorda che tutta la pelle ha bisogno di manutenzione. L’applicazione di un balsamo per pelle una o due volte all’anno è sufficiente per mantenere la pelle in ottime condizioni, rendendo i tuoi guanti molto più resistenti a lungo termine. Questo è meglio per l’ambiente, ma soprattutto, è meglio per il tuo portafoglio.

ARTICOLATO: alcuni guanti hanno dita articolate, che facilitano la presa di oggetti come un bastoncino da sci. Ciò impedisce anche pieghe indesiderate nel palmo della mano, che possono creare punti di pressione e quindi ridurre il flusso sanguigno, con conseguente mani fredde.

NASO WIPE: solitamente posizionato all’esterno del pollice per pulire quelle gocce prima che si congelino e si trasformino in ghiaccioli.

MINI SQUEEGEE: Alcuni guanti e muffole hanno questa caratteristica sul pollice per pulire gli occhiali. Tuttavia, tieni presente la possibilità di danneggiare l’obiettivo.

IMBOTTITURA: a volte viene aggiunta un’imbottitura aggiuntiva per proteggere le nocche.

Impermeabilità

A parte il calore, l’impermeabilità è il secondo fattore importante che può migliorare o rovinare le tue giornate sulle piste. E non solo il tuo guanto deve impedire l’ingresso di neve, ma deve anche far fuoriuscire il sudore dall’interno.

Situato tra il materiale del guscio e l’isolamento in un design completamente impermeabile è una membrana o un inserto. Gore-Tex offre la migliore combinazione di impermeabilità e traspirabilità sul mercato. I guanti più economici spesso utilizzano un inserto non Gore-Tex con nomi diversi (BDry, C-Zone, Dryride, MemBrain, ecc.) e gradi di efficienza. Tieni presente che se scegli un guanto da sci più economico nella gamma di $ 50, puoi aspettarti un’impermeabilità decente, ma probabilmente non reggerà altrettanto bene nel tempo o in giorni particolarmente umidi. I guanti entry-level possono andare bene per coloro che sciano sessioni occasionali presso il resort, ma gli sciatori seri vorranno un guanto serio per stare comodi per tutto il giorno.

Alcuni guanti rinunciano all’inserto in Gore-Tex e sono semplicemente resistenti all’acqua, che possono funzionare in climi secchi come Colorado e Utah o se la traspirabilità è una priorità (un’eccezione è l’Heli di Hestra, che non include un inserto ma ha comunque resistito bene per noi nel nord-ovest del Pacifico). Di solito il guscio ha una finitura DWR ed è trattato con un rivestimento resistente all’acqua per eliminare la neve. Un design non impermeabile come la linea Hestra Fall può funzionare bene nelle giornate limpide e un guanto in pelle ben tenuto può sicuramente fare il trucco per tutta la stagione (per ulteriori informazioni su questo argomento, vedere la sezione sulla cura di seguito). Ma un design completamente impermeabile è la scommessa più sicura per la maggior parte dei guerrieri del fine settimana.

Prendersi cura dei guanti di pelle

Un buon numero dei nostri guanti da sci preferiti sopra include la pelle nella costruzione. Il materiale naturale è elastico e offre un’eccellente destrezza, ma richiede anche una manutenzione occasionale per evitare di assorbire l’umidità. La maggior parte dei guanti in pelle viene pretrattata, quindi non è qualcosa che dovrai fare subito (i Kinco sopra sono un’eccezione). Ma se inizi a notare che il materiale assorbe l’umidità, noto anche come “bagnatura”, è un buon indicatore che la pelle ha bisogno di un po’ di lavoro. Sno-Seal è una soluzione a base di cera d’api molto apprezzata dagli sciatori. Richiede un certo sforzo, inclusa la cottura del guanto in forno, e scurirà la pelle, ma è una formula collaudata che respinge efficacemente l’umidità. I trattamenti meno coinvolti che forniscono comunque una buona protezione includonoLa cera impermeabilizzante di Nikwax e il balsamo per pelle di Hestra. Infine, per guanti con una combinazione di pelle e nylon, consigliamo Nikwax’s Glove Proof , che aggiunge un solido rivestimento resistente all’acqua ai materiali esterni.

Destrezza
In generale, calore e destrezza vanno di pari passo. Un guanto pesantemente isolato come il Black Diamond Guide è più ingombrante e più difficile da usare per attività come slacciare uno scarpone da sci o afferrare il telefono. Inoltre, la facilità d’uso è correlata allo stile: i guanti sono significativamente più abili dei guanti e i guanti a 3 dita dividono la differenza. Un ultimo elemento è il livello di ricerca e sviluppo: guanti e muffole di fascia alta sono più adatti alla mano e hanno una forma precurvata per una sensazione naturale.

Le esigenze individuali variano, ma la destrezza non dovrebbe essere la considerazione principale per la maggior parte degli sciatori del resort. Anche un guanto o una muffola molto spesso è utile per afferrare un bastoncino da sci per l’uso in discesa (aprire una tasca ed estrarre il telefono senza rimuovere i guanti è una storia diversa, tuttavia). Cerchiamo un buon mix di libertà di movimento senza compromettere il calore e la protezione, motivo per cui troviamo un guanto come Hestra Heli quasi perfetto. È quando scii su grandi montagne, ti avventuri fuori pista in condizioni difficili o hai bisogno di maggiore destrezza per maneggiare attrezzi da backcountry o da ghiaccio che vale la pena passare all’Arc’teryx Rush SV .

Lunghezza del polsino
Gauntlet Style
Diversi sciatori preferiscono lunghezze di polsino diverse, ma ci sono alcuni concetti concreti che possono aiutare a rendere più facile la tua decisione. I guanti più lunghi in stile guanto si estendono ben oltre il polso coprendo il polsino della giacca da sci. Generalmente sono più caldi perché hanno più isolamento e sigillano il freddo in modo molto efficace con un cordino. Offrono anche un raggio di movimento leggermente inferiore al polso con più materiale in mezzo. Guanti più corti in stile guanto che coprono a malapena i polsini di una giacca lasciano un percorso per l’ingresso dell’umidità in condizioni davvero umide (maggiori informazioni sui polsini nella nostra sezione caratteristiche), ma questo stile è anche il più facile da indossare e da togliere.

Undercuff
I guanti undercuff più corti si infilano nella giacca da sci , il che richiede più lavoro rispetto al semplice scorrimento su un guanto di protezione, e non offrono altrettanto calore. Inoltre, se le maniche si alzano quando ti allunghi in avanti, ad esempio per piantare un bastoncino da sci, puoi esporre un po’ di pelle. D’altra parte, offrono più agilità con meno ingombro che ostacola il movimento del polso e sono più facili da ventilare. Molti dei guanti da freeride di Hestra sono sottomanica e alcuni sciatori di backcountry preferiscono la libertà che si ottiene con questo stile. I guanti sono popolari per la massima protezione in caso di neve fresca e giornate di resort con tempo freddo (o umido).

Dovrei ottenere guanti con fodere rimovibili?
In tutte le fasce di prezzo, potrai scegliere tra guanti realizzati con o senza fodere rimovibili. In generale, i guanti con fodere rimovibili saranno leggermente più caldi ma un po’ più ingombranti e meno agili. Per noi, il motivo più convincente per scegliere un guanto con una fodera è che è più adattabile alle diverse temperature. Puoi indossare il guscio in una calda giornata primaverile e usarli entrambi (o scambiare altri rivestimenti che potresti possedere) per il resto della stagione. Un altro vantaggio è che è più facile asciugare i guanti se si bagnano separando i due pezzi. E come bonus, se ottieni un guanto con fodere sottili (come il Dakine Titan ), puoi usarli per attività come la corsa o la guida quando fa freddo.

Vestibilità e taglia
Un guanto dalla vestibilità adeguata aiuta a massimizzare tutto, dal calore alla destrezza, quindi vale la pena dedicare del tempo a individuare la tua taglia ideale. E mentre il mercato non è coerente con il modo in cui elencano le taglie di guanti e muffole, vedrai opzioni standard piccole, medie e grandi nonché elenchi basati su numeri di un marchio come Hestra, la buona notizia è che la maggior parte si affida una semplice misurazione della circonferenza della mano. Per ottenere la tua taglia, avvolgi un metro a nastro morbido attorno al punto più largo della tua mano (in genere proprio dietro le nocche) e abbinalo alla gamma corrispondente del produttore. Se finisci tra una taglia e l’altra, è meglio salire per evitare punti di pizzicamento ed essere eccessivamente stretti (che compromettono sia il comfort che il calore).

Vale la pena notare che fare affidamento sulla circonferenza della mano non è un processo infallibile, poiché il dimensionamento non tiene conto della lunghezza delle dita, quindi è sempre l’ideale provarli prima dell’acquisto. Ma se hai bisogno di acquistare online o preferisci semplicemente la comodità, seguire le linee guida di vestibilità specifiche del produttore (evitare grafici generici) e acquistare da un rivenditore di sci rispettabile con una buona politica di restituzione è un modo intelligente per andare.

Caratteristiche aggiuntive dei guanti da sci

Compatibilità touch-screen
È il 2021, quindi perché non vorresti la sensibilità touch-screen sui tuoi guanti da sci? Un certo numero di produttori ora offre esattamente questo (compresi Burton Gore-Tex e The North Face Montana), in modo da poter scattare foto o video senza togliersi i guanti. Troverai più spesso la tecnologia, tuttavia, su guanti sottili e scarpette dove è più facile da incorporare, inoltre le scarpette più sottili sono più precise durante la digitazione. Su alcuni modelli, solo l’indice e il pollice sono compatibili con il touchscreen. Nel complesso, consideriamo questa una caratteristica interessante se un guanto che ti piace lo ha, ma non uno per cui modificheremmo il nostro acquisto.

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *